20 Luglio 2010

“Ventaglio, non tutelati i diritti dei creditori”

Il Concordato presentato dagli avvocati dei Viaggi Del Ventaglio non era stato redatto nell’ interesse dei creditori. E’ questo il punto su cui si è concentrata l’ attenzione del commissario giudiziale dei viaggi del ventaglio, Giuseppe Verna, nella sua relazione con la quale ha sostanzialmente bocciato il concordato preventivo. Nelle considerazioni conclusive del documento Verna, divenuto curatore fallimentare della società dopo che il tribunale di milano la settimana scorsa ne ha dichiarato il fallimento, si rende conto del «possibile effetto distruttivo della presente relazione», tuttavia, sottolinea che «al mercato va restituita solo l’ impresa capace di creare nuova ricchezza». Nel frattempo il Codacons ha presentato alla procura di Roma e di Milano un esposto dove chiede alla magistratura di indagare sulla vicenda conclusasi con il fallimento del gruppo I Viaggi del Ventaglio. L’ associazione, in particolare, richiede di accertare le responsabilità e gli eventuali profili penali connessi come quello di concorso in truffa aggravata. «Non capiamo come sia stato possibile- sottolinea Carlo Rienzi presidente del Codacons – continuare a vendere pacchetti turistici del ventaglio nonostante il grave stato di dissesto economico della società, noto ad una moltitudine di soggetti, e addirittura anche dopo la dichiarazione di fallimento la magistratura dovrà verificare le responsabilità di quei soggetti che, pur essendo a conoscenza della situazione a dir poco critica, hanno consentito la vendita di vacanze »bufala« a migliaia di ignari cittadini, soggetti che devono essere puniti col carcere». La società era dal 2005 nella black list della Consob.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox