17 Marzo 2020

VENEZIA: IL CONSOLE GENERALE D’UCRAINA SI RIVOLGE AL CODACONS CONTRO ALBERGO CHE NON VUOLE RESTITUIRE CAPARRA

     

    VIAGGIO PER 80 BAMBINI UCRAINI ANNULLATO PER CORONAVIRUS, MA STRUTTURA NEGA IL RIMBORSO

    E DA DOMANI CITTADINI E IMPRESE AVRANNO LA POSSIBILITÀ DI CHIEDERE AIUTO AGLI AVVOCATI DELL’ASSOCIAZIONE TRAMITE FORUM TELEFONICO

    Anche il Consolato Generale dell’Ucraina si rivolge al Codacons per ottenere aiuto sul fronte dei mancati rimborsi per viaggi annullati a causa del coronavirus.
    In una lettera inviata al Codacons – associazione che più di tutti si sta battendo in Italia a tutela dei diritti dei viaggiatori – e all’Associazione Veneziana Albergatori, il Console Generale Roman Goriainov denuncia la mancata restituzione di quanto versato da una agenzia di viaggi ucraina ad un albergo di Favaro Veneto (Ve), per un tour di gruppo organizzato in Italia e che avrebbe dovuto fare tappa anche a Venezia.
    Nella lettera inviata dal Console al Codacons si specifica che l’agenzia ucraina “Flame Tour” aveva prenotato lo scorso gennaio un soggiorno per un gruppo di 95 persone, di cui 80 bambini, presso l’Hotel Ducale di Favaro Veneto (Ve) – spiega l’associazione – A seguito dell’emergenza coronavirus l’agenzia provvedeva a richiedere il rimborso dei depositi versati a tutte le strutture alberghiere che nelle varie tappe del viaggio in Italia avrebbero dovuto ospitare il gruppo, ottenendo da tutti la restituzione di quanto pagato.
    Solo l’Hotel Ducale – scrive il Console Generale Roman Goriainov – “nonostante le reiterate richieste verbali, telefoniche e via mail sia da parte dell’Agenzia che da parte dello scrivente Consolato ha negato il diritto al rimborso del deposito versato” senza “fornire giustificazioni né indicazioni di legge attestanti il mancato diritto al richiesto rimborso” pari ad euro 600.
    Il Codacons ha deciso pertanto di scendere in campo a tutela delle richieste degli 80 bambini ucraini e del Consolato dell’Ucraina e, se la struttura alberghiera in questione non provvederà ai sensi del Codice del turismo a rimborsare le somme richieste, è pronto ad avviare una causa contro l’hotel con possibile denuncia penale in Procura. Da domani tutti i cittadini e le imprese avranno la possibilità di chiedere aiuto agli avvocati dell’associazione tramite apposito forum telefonico messo a disposizione dal Codacons (dalle ore 10 alle 12 e dalle 14 alle 16 al numero 89349933)

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox