fbpx
14 Novembre 2019

Venezia: Codacons presenta esposto a Procura e Corte conti

“Indagare per deturpamento beni culturali e reati contabili”
ROMA
(ANSA) – ROMA, 14 NOV – E’ stato presentato oggi alla Procura della Repubblica di Venezia e alla Corte dei Conti del Veneto un esposto del Codacons sugli allagamenti che nelle ultime ore hanno devastato la città. Lo rende noto la stessa associazione di consumatori che chiede di indagare per il reato di deturpamento del patrimonio culturale, ambientale, storico ed architettonico e per reati contabili. Alla denuncia del Codacons viene allegata anche una perizia “redatta da importanti e qualificati tecnici” dalla quale “si evince come il progetto del Mose sia stato approvato sulla base di presupposti tecnici del tutto errati”. “Appare evidente – si legge nell’esposto del Codacons – che quanto si sta verificando a Venezia costituisca la riprova dell’assoluta inefficienza del sistema Mose: inefficienza che postula l’accertamento delle responsabilità di chi ha omesso di esercitare controlli, ovvero di chi in forza di tali omissioni e/o inadempienze sta concorrendo nella determinazione di tali danni e quindi anche in omicidio colposo, oltre che nei reati che puniscono i delitti contro il patrimonio culturale”. Il Codacons chiede inoltre al Ministero dei trasporti, alla Regione Veneto, al Comune di Venezia e all’Anac di instaurare un tavolo tecnico permanente per far fronte alla problematica Mose. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox