18 Febbraio 2002

Velino, solo parole e niente fatti

Tecnici del Codacons visitano gli argini e accusano

Velino, solo parole e niente fatti
per tutelare il fiume

Il Codacons effettua una verifica delle stabilità della palificazione nel fiume Velino (a circa 200 metri dal ponte Romano) e scopre parecchie “magagne“. «I pali, che dovrebbero arginare l?erosione dell?acqua – afferma Marco Tiberti – non riescono a fermare l?erosione, anzi sono già scalzati. In numerosi punti il legno ha ceduto, aprendo varchi vistosi, il sentiero natura rischia di essere cancellato definitivamente. Infine a 50 metri da ponte Cavallotti lo stesso percorso è investito da onde di piena causate da opere idrauliche dell?Enel. Malgrado ciò il sentiero continua a essere percorso da turisti e scolaresche. Insomma non esistono segnali di pericolo di esondazione improvvisa, nè opere di ingegneria naturalistica in grado di preservare la sicurezza delle sponde e del sentiero. Come non esiste alcuna reale pianificazione del territorio, malgrado si parli tanto del Parco naturale del Velino».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox