5 Settembre 2011

VASCO: “MARIJUANA NON UCCIDE”, MA FAN FACEBOOK SONO DIVISI

VASCO: "MARIJUANA NON UCCIDE", MA FAN FACEBOOK SONO DIVISI
 

16:47 05 SET 2011 (AGI) – Roma, 5 set. – La Mostra del Cinema di Venezia aspettava Vasco Rossi la rockstar. Ha invece trovato Vasco il tribuno, il social-grafomane che nelle ultime settimane ha fatto parlare di se’ piu’ per i post sul profilo di Facebook che per il singolo appena presentato. A creare scompiglio e’ stato uno spot anti marijuana del dipartimento contro le droghe della Presidenza del Consiglio, creatura di Carlo Giovanardi. Nel clip si vede un ragazzo che, prima di salire su un pullman per un gita scolastica in montagna, si ferma a parlare con un amico che gli passa una bustina con dell’ erba. Dal finestrino del pullman una ragazza, forse la fidanzata del protagonista, guarda con disappunto. Il ragazzo sale a bordo e si addormenta: sogna un bosco innevato e una donna bellissima che gli si fa incontro, lo abbraccia ma a quel punto si trasforma in un orribile vampiro. Il ragazzo si sveglia di soprassalto e, quasi per magia, ‘rinsavisce’: si precipita giu’ dal pullman, che ormai e’ arrivato a destinazione, e getta il sacchetto con l’ erba tra le fiamme di un fuoco acceso sul ciglio della strada. A commentare in musica la storiella e’ Nek, ‘collega’ del Vasco, che al tema ha dedicato la canzone "E da qui". Caustico il commento di Vasco che, nel post al suo profilo, spiega che "di uso o abuso di marija non e’ morto mai nessuno" e che "Giovanardi deve odiare le donne per rappresentarle come dei vampiri". Ma a difesa del lavoro del sottosegretario e’ sceso anche il Codacons: "La polizia postale chiuda il profilo Facebook di vasco Rossi", chiede il presidente Carlo Rienzi. Per l’ associazione "si tratta di una dichiarazione diseducativa e addirittura pericolosa, specie se si considera che il pubblico del cantante e’ composto in larga parte da giovanissimi. Un artista del suo calibro, proprio per l’ elevato seguito di fan, non puo’ abbandonarsi con tanta superficialita’ ad affermazioni a favore della droga, e soprattutto non puo’ scrivere che l’ abuso di marijuana non porta alla morte, perche’ cosi’ facendo lancia un messaggio sbagliato e pericoloso". Sul profilo incriminato, pero’, i fan del rocker mostrano di essere tutt’ altro che succubi del proprio idolo: "Per tante persone le droghe leggere sono state la porta per quelle pesanti", dice Marisa; "Io penso che vivere bene sia importante, il problema e’ capire perche’ i giovani si drogano o bevono per divertirsi. Non bisogna essere deboli, altrimenti ti freghi da solo", scrive Antonella. Sull’ altro fronte c’ e’ chi paventa l’ attentato alla liberta’ di internet: "Se chiudono un profilo di Facebbok per una ca…ta cosi’ e’ la fine", "Nessuno tocchi questo profilo. Io non mi faccio le canne, ma rispetto le opinioni altrui", scrive Emilio. E nella lunga discussione, quasi cinquemila i commenti al post, Vasco ha anche il tempo di rispondere a chi lo accusa di difendere tutte le droghe: "Io non ho mai fatto uso di eroina. La considero la droga piu’ subdola e pericolosa", scrive il cantante. .
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this