9 Agosto 2019

Varato dopo 8 mesi il decreto per gli sbancati

tria firma il provvedimento definitivo per gli indennizzi ai risparmiatori truffati
nArriva il decreto per indennizzare i risparmiatori traditi. Ieri il «ministro dell’ Economia, Giovanni Tria, ha firmato il decreto ministeriale che fissa i termini per la presentazione delle istanze di indennizzo al Fondo Indennizzo Risparmiatori» previsto dalla Legge di Bilancio 2019 con una dotazione complessiva di 1,5 miliardi. Sarà ora sottoposto alla registrazione da parte della Corte dei Conti. E’, spiega il dicastero di via XX Settembre, «il terzo ed ultimo decreto attuativo relativo al Fondo per gli indennizzi ai risparmiatori che hanno subito un pregiudizio ingiusto da parte di banche e loro controllate». «Per consentire l’ erogazione delle prestazioni del Fir», spiega una nota ufficiale, «le domande devono essere inviate entro i centottanta giorni che decorrono dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto». Le istanze «corredate dall’ idonea documentazione, possono essere inviate esclusivamente in via telematica utilizzando i moduli presenti sulla apposita piattaforma informatica gestita da Consap (https://fondoindennizzorisparmiatori.consap.it/)». Critico il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, visto che «la firma tardiva del decreto ministeriale porterà i rimborsi ad essere erogati tra molto tempo, non prima della primavera del 2020. Per questo motivo fino a che non vedremo i soldi rientrare nelle tasche dei risparmiatori, non riteniamo la firma del ministro una buona notizia, e attendiamo che agli atti amministrativi seguano i fatti concreti nell’ interesse degli investitori danneggiati». riproduzione riservata.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox