1 Maggio 2007

Vademecum del Codacons “No agli sprechi di acqua in casa e nei luoghi pubblici“

È emergenza siccità in Italia. Un emergenza i cui effetti negativi toccano vari settori, dall economia, all agricoltura, all energia. La prima causa dei problemi legati alla carenza d acqua, afferma il Codacons, risiede negli sprechi che avvengono all interno delle abitazioni ma anche in luoghi pubblici. In questi giorni di dibattito e discussione, ad esempio, molti milanesi hanno segnalato alla sede del Codacons numerosi casi di perdite e sprechi d acqua. Ricordiamo che un rubinetto che gocciola spreca migliaia di litri d acqua. Al ritmo di 90 gocce al minuto si sprecano 4.000 litri di acqua in un anno. Il Codacons ha elaborato un utile vademecum per consentire di ridurre i consumi superflui e gli sprechi, ma anche di limitare le spese delle famiglie: lChiudiamo il rubinetto mentre facciamo lo shampoo, laviamo i denti, o ci radiamo. Evitare di consumare acqua inutilmente è la principale fonte di risparmio. Il rubinetto del bagno ha una portata di oltre 10 litri al minuto, se lo lasciamo aperto mentre ci si rade o ci si insapona, più di 30 litri di acqua potabile vanno sprecati. lUtilizzare il doppio scarico del water. Ricordiamo che oltre il 30% dell acqua che consumiamo nelle nostre case esce dallo scarico del water ed ogni volta che premiamo quel pulsante scarichiamo circa 9-12 litri di acqua, spesso senza motivo e semplicemente per della carta. L installazione di una cassetta di scarico dotata di doppio tasto consentirebbe di risparmiare decine di migliaia di litri di acqua in un anno. lUsiamo sempre lavatrice e lavastoviglie a pieno carico. In questo modo si consumeranno meno acqua e meno energia. lNon laviamo spesso l auto e, in quelle occasioni, usiamo il secchio. Ricordiamo che ad ogni lavaggio si utilizzano circa 100 litri di acqua. lAlle piante servono molte cure, non molta acqua. Innaffia il giardino con parsimonia e sempre verso sera. lPer lavare piatti o verdure riempiamo un contenitore, usiamo l acqua corrente solo per il risciacquo. lUsando la doccia si può risparmiare fino al 75%. Un bel bagno è di certo rilassante, ma occorrono ben oltre 150 litri di acqua. Proviamo a preferire la doccia, che richiede molta acqua in meno (in media i 40 e i 50 litri) e ricordiamoci di chiudere l acqua mentre ci insaponiamo. lPrima di andare a dormire, controlliamo che tutti i rubinetti siano ben chiusi e leggiamo sul contatore dell acqua il livello di consumo raggiunto. Al mattino controlliamo di nuovo quanto segna il contatore. Una minima differenza significa che c è una perdita che non solo spreca acqua inutilmente ma potrebbe causare danni peggiori alle strutture dell abitazione danneggiando muri, solai e rivestimenti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox