30 Maggio 2017

Vaccini:Codacons,denunciata Lorenzin legge boomerang per governo

(AGI) – Roma, 30 mag. – “Oggi abbiamo presentato una denuncia penale contro il ministro Lorenzin in 5 procure della Repubblica: sono le 5 procure dove sono arrivati i casi di 5 bambini che, in base alle segnalazioni all’Aifa da parte delle case farmaceutiche e delle Asl, sarebbero morti a causa della somministrazione di vaccini”. Lo ha detto il presidente del Codacons, Carlo Rienzi, in una conferenza stampa. Queste procure, ha precisato Rienzi, sono in Piemonte, Lombardia, Sicilia e Basilicata. Il numero uno del Codacons ha poi aggiunto: “Il decreto Lorenzin (che introduce l’obbligatorieta’ dei vaccini all’asilo e alla scuola dell’infanzia e delle sanzioni per le famiglie dei non vaccinati alla scuola dell’obbligo, ndr) e’ vergognoso: una legge talmente folle che sara’ un boomerang per il governo perche’ e’ insostenibile. Soltanto se si facessero le indagini prevaccinali si bloccherebbe per due anni il sistema sanitario nazionale. E le famiglie hanno diritto di chiedere alle Asl di effettuare le indagini prevaccinali”. Per Rienzi, “non c’e’ un reale calo della copertura vaccinale nel nostro Paese”, mentre si sarebbe registrato “uno stranissimo aumento dei casi di reazioni avverse”, in base ad un documento che avrebbe prodotto l’Aifa per la Procura di Torino, che indaga su una morte sospetta. “Nella vicenda dei vaccini – ha proseguito Rienzi – c’e’ un aspetto molto discutibile: quello dei grandi guadagni delle case farmaceutiche. Con 12 vaccini obbligatori, come prevede il decreto Lorenzin, queste riceverebbero 1 miliardo di euro l’anno. E’ un grande affare”. Rienzi ha infine parlato di “politica delinquenziale delle case farmaceutiche che uniscono i vaccini fra di loro per fare affari”, citando presunte dichiarazioni dell’ad della GlaxoSmithKline. “Il Codacons – ha concluso – non e’ contro i vaccini: la nostra battaglia e’ per poterli avere disponibili singoli in commercio e per avere dei vaccini sicuri. Infine, ci battiamo per le visite pre-vaccinali. Abbiamo anche inviato una lettera al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al presidente del Senato, Pietro Grasso”. (AGI) Rma/Bru

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox