4 Dicembre 2017

Vaccini mortali? Il ministero della Salute denuncia il Codacons per procurato allarme

 

 

“La denuncia del Codacons di decessi correlati ai vaccini risulta destituita di ogni fondamento e volutamente diretta a creare panico tra la popolazione “: lo afferma il ministero della Salute che ha formalizzato, tramite i carabinieri del Nas, una denuncia alla Procura di Roma per il reato di procurato allarme a carico dei firmatari dell’ esposto del Codacons. L’ associazione consumatori aveva denunciato a Catania la presenza di vaccini contaminati. La denuncia del Codacons a Catania – In mattinata il Codacons Sicilia attraverso i suoi legali aveva presentato una denuncia per accertare la presenza di vaccini contaminati. “Uno studio indipendente condotto dalla ricercatrice del Cnr Antonietta M. Gatti e dal farmacologo scienziato e divulgatore di fama internazionale ed esperto di vaccini Stefano Montanari pubblicato recentemente evidenzia una contaminazione da micro e nanoparticelle dei vaccini distribuiti dal nostro Servizio sanitario nazionale”, scriveva l’ associazione. “Il numero rilevante di morti, nonché di reazioni avverse gravi che stanno colpendo i bambini in questi mesi, potrebbe derivare direttamente dalla contaminazione da micro e nanoparticelle delle dosi di vaccini somministrati ai bambini”, affermava il Codacons assieme al Comitato vaccini sicuri (Covasi) nel depositare un esposto-denuncia “per omicidio colposo, commercio e somministrazione di medicinali guasti”. La frase incriminata: “Almeno 13 i bambini morti” – “Ad oggi, a seguito del decreto-legge che ha previsto l’ obbligo di 10 vaccinazioni per i minori da 0 a 16 anni, in meno di tre mesi, sono 13 il numero dei bambini morti, e l’ elenco dei piccoli morti cresce di giorno in giorno. Solo nelle ultime settimane 11 sono i bimbi morti, da 3 mesi a 6 anni”, denuncia il Codacons senza però riportare documenti per sostenere tale affermazione. Aifa: casi citati da Codacons non legati a vaccini – “Non c’ è nessuna relazione accertata fra i casi segnalati dal Codacons e le vaccinazioni”: lo si apprende dall’ Aifa che ha verificato i casi citati dall’ associazione di 13 bambini morti. I casi inoltre, secondo quanto riferito dall’ Aifa, non riguardano l’ Italia ma tutto il mondo.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox