3 Settembre 2007

Vaccini contro l`influenza solo per i gruppi a rischio

Le vaccinazioni per l`influenza devono riguardare solo le categorie a rischio. Lo sostiene il Codacons in un comunicato. “Siamo ancora in estate e già si incomincia a parlare dell`influenza che deve ancora arrivare – si legge nella nota – come ogni anno ci si prepara a lanciare il solito allarme sull`influenza, ogni anno si annuncia che metterà in ginocchio milioni di italiani. Tuttavia le nefaste previsioni vengono puntualmente smentite dai fatti. Che sia perché? dalla vendita del vaccino c`è chi ci guadagna milioni di euro? Peccato che ormai da 3 anni il vaccino si rivela inefficace per moltissimi cittadini, determinando uno spreco di denaro non indifferente“. “Ogni anno le aziende farmaceutiche per aumentare i ricavi e battere la concorrenza, mettono in commercio troppo presto il vaccino – accusa l`associazione – senza attendere tutti gli opportuni rilevamenti sui ceppi influenzali della stagione in corso. La conseguenza è che chi acquista queste primizie spesso finisce per ammalarsi lo stesso“. Il Codacons ricorda che per le categorie effettivamente a rischio il vaccino è disponibile gratuitamente: “Chi, quindi, è costretto ad acquistare il vaccino in farmacia è bene che valuti l`opportunità di tale acquisto con il proprio medico di fiducia – conclude il comunicato – tutti i vaccini, infatti, hanno effetti collaterali ed è per questo che occorre sempre fare un`analisi costi benefici. Per questo diciamo no alla vaccinazione di massa e sì alla vaccinazione per le categorie a rischio indicate dal ministero della Salute“. Tra le “categorie a rischio“, ricordiamo che vi sono gli anziani e i bambini che soffrono di particolari patologie croniche, ma anche coloro che, per lavoro, si trovano a contatto con molte persone nell`arco della giornata.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox