5 Dicembre 2017

VACCINI: CODACONS QUERELA QUOTIDIANO “LA REPUBBLICA” E RISPONDE AD AIFA. 13 CASI DI MORTI SOSPETTE SONO IN ITALIA

 

MA MAI AFFERMATO CHE DECESSI CAUSATI DA VACCINI. GRAZIE A DENUNCIA DEL MINISTERO SARA’ POSSIBILE OTTENERE CHIAREZZA IN FAVORE DELLE FAMIGLIE

 

Non si arresta il caso vaccini sollevato ieri dal Codacons Sicilia e che ha portato il Ministero della salute a presentare una denuncia contro l’associazione. La sede regionale del Codacons, infatti, ha deciso di querelare il quotidiano “La Repubblica” il quale, lasciandosi prendere troppo la mano dalla caccia alle “fake news” tanto di moda in questo periodo, in un articolo pubblicato ieri sul web ha accusato il Codacons di aver creato una “bufala”, che tuttavia bufala non era affatto, essendo lo studio dei ricercatori (oggetto di esposto dell’associazione) regolarmente pubblicato.
Allo stesso modo il Codacons querelerà nelle prossime ore chiunque associ il nome dell’associazione al termine “bufala” o accuserà l’organizzazione di affermare che i vaccini sono dannosi, tesi mai sostenuta dal Codacons.
Siamo invece lieti della denuncia del Ministero, perché grazie ad essa sarà finalmente possibile fare luce su alcuni aspetti delle vaccinazioni che preoccupano migliaia e migliaia di famiglie italiane, capire se lo studio dei ricercatori Montanari e Gatti sulle sostanze contenute nei vaccini sia veritiero e attendibile, e soprattutto verificare i 13 decessi sospetti di bambini registrati negli ultimi mesi in Italia – e non nel mondo, a differenza di quanto sostenuto ieri da Aifa – decessi che non sono emersi dallo studio dei due ricercatori ma da articoli e inchieste giornalistiche, e che meritano di essere approfonditi, nell’interesse delle famiglie – conclude il Codacons Sicilia.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox