24 Giugno 2017

VACCINI, BIMBO MORTO PER MORBILLO: CODACONS PRESENTA ESPOSTO A PROCURA DI MONZA PER PROCURATO ALLARME

     

    MEDICI SMENTISCONO CONTAGIO DA MANCATA VACCINAZIONE DEI FRATELLI. INDAGARE MINISTERO DELLA SALUTE, AGENZIE DI STAMPA E QUOTIDIANI PER DIFFUSIONE NOTIZIE FALSE

     

    Sul caso del bambino morto per complicanze da morbillo a Monza incombe oggi una denuncia del Codacons in Procura, in cui si chiede di aprire una indagine sull’episodio per il reato di procurato allarme.
    All’indomani della morte del bimbo Ministero della salute, pseudo-esperti e medici in odore di conflitto di interessi con le case farmaceutiche sono corsi ad accusare le mancate vaccinazioni come causa del decesso, e si è arrivati addirittura ad accusare i fratellini del contagio demonizzando la famiglia coinvolta nel dramma. Un comportamento immorale, enfatizzato da agenzie di stampa e quotidiani, ma le accuse sono miseramente cadute grazie al coraggio del primario della clinica pediatrica San Gerardo, dove era in cura il bimbo, che ha smentito in modo categorico il possibile contagio dai fratelli, i quali hanno contratto la malattia in un periodo successivo.
    Per tale motivo il Codacons depositera’ lunedì un esposto alla Procura della Repubblica di Monza, in cui si chiede di aprire una indagine sulla vicenda alla luce del resto di procurato allarme, accertando eventuali responsabilità del Ministero della salute e degli organi di informazione, dalle agenzie di stampa ai quotidiani – conclude l’associazione.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox