17 Luglio 2018

Vacanze salate per gli italiani, +146 euro a famiglia media solo per gli spostamenti

 

(Sesto Potere) – Roma – 17 luglio 2018 – L’ Istat registra a giugno un’ accelerazione dell’ inflazione innescata prevalentemente dai prezzi dei Beni energetici non regolamentati (da +5,3% di maggio a +9,4%) ed è sostenuta anche da quelli dei Beni alimentari non lavorati (da +2,4% a +3,4%) e dei Servizi relativi ai trasporti (da +1,7% a +2,9%). Autostrada A14 nei pressi del casello di Forlì L’ Istat registra, a causa dell’ inflazione, un aumento dei prezzi al consumo che incide sul bilancio delle famiglie e in particolare su quelle con minore capacità di spesa. Un aumento dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati dello 0,2% su base mensile e dell’ 1,2% rispetto a giugno 2017. L’ Istat – afferma il Codacons – con un aumento dei prezzi al dettaglio conferma la stangata che si sta abbattendo sui consumatori italiani. Visto che il tasso d’ inflazione all’ 1,3% equivale ad una maggiore spesa pari a +400 euro annui per la famiglia “tipo” e ben +508 euro annui per un nucleo con due figli: analizza il Codacons Una stangata determinata in prevalenza dalla forte crescita del comparto trasporti (+4,2% su anno) e degli alimentari (+2,4%): solo per cibo e bevande una famiglia di 4 persone deve mettere in conto una maggiore spesa pari a +177 euro su base annua. “Ma il dato più pesante è quello relativo al settore turistico: le vacanze degli italiani saranno quest’ anno particolarmente “salate” – afferma il presidente del Codacons Carlo Rienzi – L’ Istat registra infatti a giugno un incremento dei prezzi per il trasporto aereo del +19,7% su base annua, del gasolio del +12,6%, della benzina del +9,7% e in generale per tutto il comparto trasporti si segnalano aumenti (+4,2%). Questo significa che una famiglia media, solo per gli spostamenti, deve sostenere oggi una maggiore spesa pari a +146 euro rispetto allo scorso anno” : conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this