18 Febbraio 2010

Uscenti, supervotati e outsider: prendono forma le liste a sostegno di Vincenzo De Luca

Uscenti, supervotati e outsider: prendono forma le liste a sostegno di Vincenzo De Luca. Partito democratico, Campania libera, Italia dei valori, Sinistra ecologia e libertà, Radicali hanno ormai le formazioni pronte a scendere in campo con novità e casi. In casa Democrat è diventato un caso, quello di Antonio Valiante. Il vicepresidente della Regione ha deciso di candidarsi e sembrava scontato, dato anche il ruolo ricoperto finora, che spettasse a lui il posto di capolista. Invece Valiante ha trovato l’opposizione non solo dell’area deluchiana ma anche, un po’ a sorpresa, dei franceschiniani. Che hanno posto non una questione personale quanto piuttosto una di principio sulla formazione della lista Pd, chiedendo che i candidati vengano inseriti per ordine alfabetico. Comunque Valiante è candidato. Con lui sicuri gli uscenti Ugo Carpinelli e Donato Pica, Vincenzo Bennet per i bindiani, Mimmo Sessa per l’area Franceschini. Ai bassoliniani tocca anche un secondo candidato, e dopo il passo indietro di Carmine Pinto, il più accreditato è Mimmo Volpe che anche alle ultime elezioni provinciali ha rastrellato migliaia di voti, anche se non è stato eletto perché superato, in termini percentuali, dagli altri consiglieri Pd. Continua invece il pressing su Antonio Romano, sindaco di Nocera Inferiore, che potrebbe in alternativa indicare un proprio uomo nell’Agro. Per le donne in campo Rosanna Lamberti, ex assessore a Cava, Anna Petrone per il mondo del volontariato, Michela Mansi consigliere comunale ad Atrani (area Franceschini) mentre manca una donna di area bassoliniana. Quasi pronta anche Campania libera, la lista di appoggio voluta da De Luca. Capolista è l’uscente Gianfranco Valiante. L’ultimo entrato è Sergio Annunziata, sindaco di Atena Lucana. Con lui Luigi Bove, padre dell’ex consigliere comunale Enzo, Matteo Marchetti del Codacons, Antonella Munzio, imprenditrice di Battipaglia, i medici Enrico Coscioni e Vincenzo Patella, l’ex vicesindaco della Giunta Pesce a Scafati Filomena D’Aniello. Ancora in dubbio l’imprenditrice salernitana Letizia Magaldi. In polemica con De Luca, ha detto invece no alla candidatura il direttore della Bimed, Andrea Iovino, nell’Idv. Che ripresenta l’uscente Andrea Manzi con Luigi Morena, già candidato alle scorse regionali. Fausto Morrone viene confermato capolista, in campo Michele Raviotta, presidente del partito, Domenico Cassano, neuropsichiatra di Nocera Inferiore, Dario Barbirotti e Valentina Botta, insegnante di Siano. Gli uscenti Gennaro Mucciolo e Michele Ragosta guidano anche la lista comune di Sinistra ecologia e libertà. In area socialista ci sono anche Angelo Grillo e Maria Laura Viglior, moglie del compianto consigliere regionale Casalino. Quindi c’è posto per Lucia De Cristoforo, editrice di «Albatros» a Scafati, Erminia Pinto di una cooperativa sociale di Sala Consilina e l’architetto Troiano di Angri. Secondo indiscrezioni potrebbe essere candidato come indipendente anche il sindaco di Serre Palmiro Cornetta. Chiusa la lista dei Radicali con Fabrizio Starace, Michele Capano, Josè De Falco, Immacolata Viola Di Caprio, Linda Ferrigno, Immacolata Passannanti, Alfredo Pauciulo, Maria Angela Perelli, Gennaro Romano, Angelica Russomando, Donato Salzano. I Radicali hanno avviato anche la raccolta di firme per la lista sui tavolini fissi al corso Vittorio Emanuele e al "Bar Embarcadero" sul Lungomare e in molti quartieri di Salerno. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this