24 agosto 2017

UOVA CONTAMINATE: 363 CAMPIONAMENTI, 8 POSITIVI SU 124 ANALISI

Mentre il caso delle uova contaminate si estende, e per la prima volta chiama in causa anche allevamenti italiani, il Codacons chiede le immediate dimissioni della ministra Lorenzin e chiama in causa in questo senso il premier Gentiloni.

Anziché correre ai ripari e segnalare la situazione di pericolo, come sarebbe stato doveroso per ragioni di precauzione e semplice buon senso, la ministra ha infatti pensato bene di non intervenire. In questo modo, ha lasciato che i consumatori continuassero ad acquistare uova e prodotti composti con uova, esponendoli a un rischio diretto.

Adesso, proprio per questo motivo, tutti coloro che dovessero aver mangiato o comprato uova contaminate potranno denunciare direttamente la ministra per concorso nei reati di immissione in commercio di prodotti tossici.

“Come purtroppo avevamo previsto, l’Italia è coinvolta eccome nello scandalo delle uova contaminate”, commenta il presidente Carlo Rienzi. “Adesso aspettiamo le dimissioni della ministra Lorenzin, che anche in questa circostanza si è dimostrata del tutto inadeguata a rivestire un ruolo istituzionale così importante e delicato”.