26 Gennaio 2020

Uno sportello a tutela del malato e delle famiglie

CATANZARO – Il Codacons “al larga le braccia” ai soggetti più deboli aprendo uno sportello dedicato ai malati ed alle loro famiglie. Una iniziativa per tutelare la “corretta” erogazione dell’ attivi tà medico/assistenziale nei due aspetti: cure mediche e burocratico. «L’ attenzione alla salute – se condo Francesco Di Lieto, vicepresidente nazionale del Coda cons – dev’ essere intesa nel senso più ampio possibile. Riteniamo fondamentale cercare di offrire un servizio integrato per la tutela del malato». Responsabile del progetto è l’ Avv. Antonello Fabiano. «Non si tratta, solo e soltanto, di rivolgere lo sguardo alla “mala -sanità” sostiene Fabiano – quando accade un fatto che accende il sospetto che qualcosa non sia andato nel verso giusto. La gestione amministrativa, infatti, non può essere tralasciata». In questo quadro, ad esempio, si colloca il diritto del malato di Alzheimer grave che necessita di prestazioni sanitarie (oltre a quelle assistenziali). Pur se da tempo, ormai, si è affermato che l’ intera retta, in caso di ricovero in RSA, è a carico del Sistema Sanitario Nazionale, ciò sistematicamente non avviene. Nel mirino dell’ Associazione anche l’ aspetto di “comunicazio ne” fra le famiglie del malato e le istituzioni. Molto spesso, infatti, accade che gli Enti preposti neanche rispondono alle grida di aiuto e di dolore dei cittadini. Il caso ultimo che la cronaca ci affida è quello della madre di una bimba con disabilità che lotta da sola per garantire alla propria figlia i di Francesco Di Lieto p re s i d e n t e del Codacons ritti che vengono negati da una assenza di attenzione istituzionale. Da lunedì le famiglie che vivono la malattia in solitudine saranno un po’ meno sole.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox