fbpx
19 Settembre 2009

Università, il Codacons chiede il sequestro delle graduatorie

Università, il Codacons chiede il sequestro delle graduatorie Aperta la raccolta di adesioni per il mega ricorso al Tar degli studenti esclusi dalle prove "con errore"
 

«Un enorme pasticcio».  Queste le parole con cui il Codacons ha aperto e spiegato ieri l’invio di una denuncia alle Procure della Repubblica territorialmente competenti per l’Umbria nei confronti dei test di ammissione errati per le facoltà di medicina e chirurgia, odontoiatria e protesi dentaria e medicina veterinaria. «Un enorme pasticcio che ha portato il ministero dell’Istruzione a fare dietrofront su ben due quiz. Mentre su alcuni altri quesiti pesa il sospetto di incongruenze e inesattezze che, sommate agli "errori ufficiali", potrebbero costare l’annullamento dell’intera prova».  Nello specifico, il Codacons chiede alla magistratura di aprire delle indagini nei confronti del dicastero dell’istruzione e del Cineca, ente responsabile della predisposizione dei plichi che contengono le prove d’ammissione: abuso e omissione di atti d’ufficio, turbativa di pubblico servizio e inadempimento di pubbliche forniture sarebbero rintracciabili secondo l’associazione. Che inoltre nell’esposto chiede pure di disporre preventivamente anche il sequestro delle graduatorie delle prove di ammissione (226 neo ingressi in settimana solo per Medicina) al fine di evitare ulteriori danni ai candidati esclusi.  Sempre ieri, il Codacons ha aperto la raccolta di adesioni al mega ricorso al Tar del Lazio cui potranno partecipare tutti gli studenti dell’Umbria esclusi dalle facoltà le cui prove di ingresso sono state caratterizzate da errori. Per aderire al quale, i candidati possono inviare una mail all’indirizzo numerochiuso@codacons.it. I problemi dell’istruzione. Il fermento in chi studia ed in chi del lavoro nell’istruzione vorrebbe viverci. Ed allora ecco la costituzione, un paio di giorni fa, del comitato precari di Perugia da parte del personale precario docente e ata. La prima mossa è stata il varo di una piattaforma rivendicativa sui temi dell’occupazione e della qualità della scuola pubblica, cui Flc Cgil ha dato il proprio appoggio. I coordinatori provinciali sono Giovanni Falsetti e Angela Carnevali.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox