fbpx
2 Luglio 2010

Unicredit va con i consumatori

Ascolto continuo e coinvolgimento attivo del cliente, attraverso l’ attivazione di «cantieri» di lavoro permanenti, introduzione della conciliazione paritetica, sostegno alle esigenze delle comunità territoriali. Sono alcuni dei punti salienti dell’ accordo quadro firmato da Unicredit group e da 12 associazioni dei consumatori (Adiconsum, Adoc, Assoutenti, La casa del consumatore, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega consumatori, Movimento consumatori e Movimento difesa del cittadino). «Si tratta di un accordo veramente innovativo e pieno di contenuti, che sigla un periodo davvero intenso di lavoro insieme alle associazioni dei consumatori», che va avanti dal 2008, commenta il vice a.d. di Unicredit, Roberto Nicastro, responsabile retail strategic business area, spiegando che l’ accordo si sviluppa su cinque filoni: incontri periodici articolati in cantieri di lavori permanenti, territorialità, educazione finanziaria permanente nelle filiali, progetti speciali a contenuto diverso e lancio di un’ attività di conciliazione paritetica. Con i cantieri di lavoro, si svilupperanno anche gli Info point, desk allestiti in forma permanente in molte filiali del gruppo e gestiti direttamente dalle associazioni dei consumatori. Se entro 30 giorni il cliente non ricevesse una risposta soddisfacente rispetto alla proprie esigenze, c’ è la possibilità di attivare una delle 12 associazioni e avviare il lavoro di una commissione paritetica di conciliazione. La questione verrà poi affrontata e risolta da una delle quattro commissioni di conciliazione paritetica, che saranno insediate a Torino, Bologna, Roma e Palermo.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox