25 Ottobre 2018

Una tariffa unica per la Rc auto? A Mantova aumenti del 14%

l’ ipotesi del governo penalizzerebbe la nostra provincia il premio medio pagato dai mantovani è di 342 euro
La minaccia è nelle pieghe del decreto “taglia scartoffie e leggi inutili”, che alla voce “Rc auto” promette misure per garantire una tariffa più equa. «Perché in alcuni posti si paga davvero troppo» lamenta il vicepremier Luigi Di Maio. E sono proprio le sue parole ad accelerare i timori: la paura è che si voglia livellare i costi e introdurre una tariffa unica. Mossa che penalizzerebbe le regioni e le province più virtuose, quelle dove gli automobilisti sono ligi e il tasso d’ incidenti è basso. Ovvero, letta alla rovescia, il timore è che la misura avvantaggi il sud a scapito del nord. Prospettiva che addensa nuove vuole nel cielo dei rapporti tra Carroccio e pentastellati.A Mantova, ad esempio, il costo del premio medio per la responsabilità civile è di 341,7 euro, contro un dato nazionale di 411 euro (la fonte è l’ Istituto nazionale di vigilanza sulle assicurazioni Ivass). Secondo i calcoli del Sole 24 Ore, che cita le prime proiezioni elaborate da alcune tra le maggiori compagnie assicurative, per la nostra provincia un’ eventuale tariffa unica comporterebbe un aumento del 14,42%.Incidenti e premiSrotolando l’ acronimo Rca si ottiene Responsabilità civile auto, l’ assicurazione base, obbligatoria per tutti i veicoli che circolano per le strade. Assicurazione alla quale ogni automobilista può decidere di aggiungere altri premi, ad esempio per il furto o l’ incendio. Vero, la tariffa base varia da compagnia a compagnia, ma è determinata in base al tasso di incidentalità e di truffe assicurative del luogo in cui ha la residenza l’ automobilista che stipula la polizza. Semplificando: nelle province (e nelle città) dov’ è statisticamente più alto il numero di incidenti che le assicurazioni devono risarcire, è più alta anche la tariffa base per il premio Rca.La provincia di Mantova e le altre A livello nazionale la regione con il premio assicurativo medio più salato è la Campania (532,9 euro), mentre all’ estremo opposto si colloca la Valle d’ Aosta (295,6 euro): la forbice supera l’ 80%. Tra le regioni più virtuose in termini di incidenti e truffe si colloca anche la Lombardia, dove il costo medio per l’ Rc auto si attesta sulla linea dei 377,3 euro. E nel perimetro della Lombardia, con i suoi 341,7 euro Mantova brilla come la seconda provincia più prudente ed economica (Sondrio ci batte di un solo euro). La più cara in fatto di Rc auto? Como, dove il premio medio è di 400,8 euro. Tanti? Comunque sempre pochi rispetto a Napoli, la provincia meno virtuosa d’ Italia, dove la polizza base costa 622,9 euro. Nord bastonato e Lega di traversoSe l’ introduzione di un’ eventuale tariffa unica potrebbe impennare il premio medio degli automobilisti mantovani del 14,42%, altrove l’ altalena sarebbe pure più drastica: secondo il Sole 24 Ore a Bolzano il rincaro sforerebbe quota 40%, mentre a Napoli il premio si asciugherebbe del 65%. Ma il Carroccio ha già messo le mani avanti, assicurando: «In nessuno dei provvedimenti del Governo ci saranno aumenti delle assicurazioni auto nelle aree in cui oggi si paga meno».La geografia del CodaconsRc auto più cara al nord Italia? Sì, ma non solo e non sempre: a riscrivere la geografia degli aumenti eventuali è il Codacons, che alla tariffa unica ha dedicato uno studio. Analisi che disinnesca il solito, trito conflitto nord vs sud. Vero, a guidare la classifica delle regioni dove la polizza è più cara c’ è la Campania, l’ abbiamo già detto, ma a ruota segue la Toscana (468,5 euro), e pure il mazzo delle province è sparigliato: sulla scia di Napoli s’ incontra Prato (600,8), ad esempio.In generale, secondo Codacons, la dinamica dei rincari segue una traiettoria grande-piccolo, trasversale rispetto all’ asse nord-sud: Basilicata (334,1 euro) e Molise (314,7) dividono il podio con la Valle d’ Aosta nella classifica delle regioni più virtuose. E a livello provinciale è Oristano la città ideale degli automobilisti, che per l’ Rca spendono solo 294,8 euro. Addirittura 80 centesimi in meno dei colleghi aostani. –IG.CIP BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox