8 Novembre 2020

«Una grande confusione ma il risultato è stato raggiunto»

«Grande confusione, ma un risultato è stato raggiunto». Il Codacons Lecce, nelle persone del coordinatore provinciale, Anto nio Carpentieri, e del responsabile di Lecce, Cristian Marchello, tornano sulla nuova ordinanza del presidente regionale sulla riapertura delle scuole elementari e medie. «Siamo assolutamente consapevoli della gravità della situazione – dicono – ed è per questo che esprimiamo grande soddisfazione per aver indotto il presidente Emiliano a riconsiderare le proprie precedenti posizioni giungendo ad una soluzione più ponderata ed accogliendo le decisioni che il Tar Puglia a espresso nel recente decreto di sospensiva dell’ ordinanza 407». «Oggi tutti i bambini della scuola dell’ obbligo, attenendosi alle disposizioni del Dpcm, possono rientrare in classe e svolgere le lezioni in presenza – continuano – D’ altro canto, le scuole sono chiamate ad un ulteriore grande sforzo innovativo per mettere in condizione chi non potesse partecipare alle lezioni in presenza di vedersi comunque garantito il diritto primario all’ istruzione con una adeguata forma di Dad cercando soprattutto di evitare disparità tra gli alunni e garantendo a tutti pari accesso all’ istruzione. Ci auguriamo – concludono – che questa disposizione non crei, come a un primo sguardo appare, disparità di trattamento fra chi ha disponibilità economica o di tempo e chi non ne ha. Sappiamo che il contemperamento delle varie esigenze e dei vari diritti di rango costituzionale coinvolti non è semplice, soprattutto in periodo di pandemia, e perciò con la serietà e la ragionevolezza che ha sempre contraddistinto l’ azione di questa associazione valuteremo nel prosieguo se le misure poste in atto dalla Regione hanno raggiunto lo scopo oppure no: cioè quello di tutelare il sacrosanto diritto allo studio e il sacrosanto diritto alla salute dei cittadini».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this