13 Ottobre 2017

Un sit-in per la frana “dimenticata” sull’A18

Si è rinnovata la protesta, con un sit-in nella piazza Durante, contro l’immobilismo delle autorità competenti, in merito alla frana sull’A18, che continua a bloccare la corsia lato monte. I contestatori, con in testa Francesco Puglisi e Stefano Costantino, si sono dati appuntamento sulla più antica agorà cittadina per reiterare il diffuso malcontento e la rabbia per l’ incresciosa situazione, collegati con la trasmissione di Rete 4 “Dalla vostra parte”. Oltre agli amministratori dei gruppi facebook “A18 e A20 le autostrade siciliane della vergogna”, erano presenti all’ ennesima manifestazione di profondo dissenso per la situazione di stallo in cui permangono i lavori, il presidente della Confcommercio Sicilia, Carmelo Calì, nonché i sindaci di Letojanni (Alessandro Costa) e di Santa Teresa Riva (Danilo Lo Giudice). E’ stato “festeggiato” (si fa per dire) il secondo anniversario dell’ evento con tanto di torta ritraente i luoghi incriminati e tanti manifestini con su impresso “vergogna”.«Siamo nelle mani di nessuno – ha tuonato Puglisi – ci prendono in giro con le solite promesse, mentre noi rischiamo la vita tutti i giorni, pagando pure il pedaggio». A rintuzzare, invece, la dichiarazione del presidente del Cas Rosario Faraci, che faceva ricadere la responsabilità dell’ accaduto sul Comune di Letojanni, il sindaco Costa ha considerato questa «un’ uscita fuori luogo», facendo notare che «ciò è tutto da provare e saranno ben altre autorità a stabilirlo». Intanto Puglisi ha preannunciato azioni più forti se entro il 18 ottobre non sarà presentato il progetto delle opere da effettuare. Per il Codacons «è scandaloso che a distanza di tempo la situazione sia rimasta invariata e nell’ inerzia di chi doveva provvedere», tant’ è che lo stesso chiede «all’ Autorità giudiziaria di accertarne le responsabilità». Intanto ha presentato un esposto denuncia alla Procura della Repubblica di Catania, ipotizzando i reati di attentato alla sicurezza dei trasporti e omissione di atti d’ ufficio. Ha chiesto, inoltre, al Premier Paolo Gentiloni e al Ministro Graziano Delrio, l’ immediata rimozione dei vertici del Cas e di sospendere in Sicilia il pedaggio. Il Cas, invece, comunica che prosegue la manutenzione dei cavalcavia in entrambe le direzioni di marcia della Messina-Catania. L’ ultimazione dei lavori è prevista a febbraio 2018.Antonio Lo Turco.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox