fbpx
26 Febbraio 2019

Un segno X sul tronco ” Quel pino era malato” Un ferito snobba Raggi

gravissimo un avvocato travolto dall’ albero in viale mazzini e l’ uomo che era nell’ auto schiacciata rifiuta la visita in ospedale
«È venuto giù come una coltellata, è stato tremendo. Un uomo stava attraversando la strada con il cellulare all’ orecchio e ci è finito sotto, a faccia in su, il tronco addosso». È ancora sconvolto Giancarlo, il fruttivendolo di viale Mazzini che ha assistito alla caduta del pino di trenta metri, segnalato da tempo dalla grande X gialla dipinta sul tronco usata dai tecnici per indicare il rischio crollo. Segnalato e lasciato lì, una bomba a orologeria. Altri 100 alberi sono caduti a terra solo nella giornata di ieri, quasi nessuno inaspettatamente, 300 in tutto negli ultimi tre giorni. Sono le 8.30. In viale Mazzini, di fianco alla Corte dei Conti, sono parcheggiate le auto di tre impiegati, una di fianco all’ altra: una Fiat Panda, una Citroen Xsara e una Fiat 600. Di botto, senza preavviso, senza rumore, viene giù il pino secolare alto trenta metri che svettava qualche metro oltre l’ ingresso alla Corte in direzione piazza Mazzini: nella caduta travolge il lampione che si trova sull’ altro lato della strada: l’ enorme ammasso di ghisa piomba insieme al tronco sulle tre macchine, sfondandole. Una quarta auto sta per uscire dal parcheggio delle Poste e il lampione colpisce anche quella: a bordo c’ è un postino che sta iniziando il suo turno di consegna. Il fruttivendolo chiama l’ ambulanza, arrivano anche i vigili del Fuoco, la polizia municipale, i carabinieri, la polizia di Stato: il 52enne rimasto sotto il tronco è subito trasportato in codice rosso, gravissimo, al Policlinico Umberto I. Il postino, 42 anni, meno grave, con una spalla compromessa, arriva al Santo Spirito. La proprietaria della Panda, che lavora alla Corte dei Conti, viene avvisata di quello che è successo. Sconvolta va in strada: « È stato uno shock. Pochi minuti prima ero passata proprio di lì, con dei colleghi, per bere un caffè. Poteva accadere a chiunque, la situazione era terribile: c’ era l’ albero sopra le tre macchine, un uomo sotto il tronco, poi ci hanno allontanato. Ma questa è la condizione in cui viviamo a Roma: bisognerebbe curare questi alberi». La sindaca Virginia Raggi è ai Musei Capitolini per un incontro ma se ne va annunciando che « mi recherò sul posto per verificare le condizioni » . E se in viale Mazzini non la vedrà nessuno, la prima cittadina arriverà invece all’ ospedale Santo Spirito dove il postino ferito si rifiuterà di incontrarla. E poi andrà all’ Umberto I, per parlare con il direttore generale. Intanto in viale Mazzini il vento continua a soffiare fortissimo, gelido e implacabile. Le radici del pino mettono tristezza, così scoperte, aggrovigliate intorno a due, tre tubi, forse del gas. Un agronomo incaricato dall’ assessorato all’ Ambiente, Enrico Chiarot, controlla tra i cespugli e studia i tronchi. Poi spiega che due pini, uno a destra e uno sinistra di quello caduto, saranno « subito abbattuti: potrebbero cadere » . Intanto scoppia una bufera ancora peggiore di quella che ha tormentato Roma negli ultimi giorni, con il Codacons che minaccia denunce, ed esponenti politici di vari colori che denunciano i 5S di «totale incapacità», mentre la procura apre un fascicolo per lesioni e sequestra la pianta, per condurre approfondimenti sullo suo stato e sulla manutenzione. Problemi, poi, nelle scuole, per il vento: chiusa la Ic Giustiniana, sabato si sono rotti i vetri rotti al Visconti, sostituiti per ora da cartoni; vetri rotti anche all’ Ic Volumnia e rischio caduta vetri al Cavour, recintato. Al Volta sono caduti pezzi di muro ed è stata recintata anche la scala antincendio. Al Mamiami sono crollati, senza conseguenze, dei rami. Nel II municipio due scuole d’ infanzia, una a Villa Paganini e una a Villa Ada, che si trovano all’ interno delle Ville, hanno continuato a funzionare a pieno regime, anche a parchi chiusi. (ha collaborato valentina lupia) © RIPRODUZIONE RISERVATA.
rory cappelli

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox