12 Gennaio 2020

Un milione per cancellare il rischio crolli

il miur finanzia i controlli sui solai di 147 istituti della provincia, disponibile pure un “tesoretto” per avviare i lavori urgenti
Sicurezza nelle scuole, dal Miur arriva più di un milione di euro per avviare i controlli a solai e controsoffittature negli istituti della provincia di Salerno. Una pioggia di fondi, dunque, per dare il via al piano straordinario voluto dal Ministero dell’ Istruzione per le verifiche degli edifici pubblici destinati a uso scolastico. Parte dei 40 milioni di euro stanziati lo scorso 9 agosto con un decreto giungeranno in Campania e in particolare nel Salernitano, territorio dove spesso si sono verificati problemi – in particolare crolli e infiltrazioni d’ acqua – dovuti proprio al cattivo stato dei solai. «Questa graduatoria è il primo passo per intervenire rapidamente e assicurare ai nostri studenti il diritto di formarsi e crescere in ambienti sicuri», ha spiegato Anna Ascani , vice del ministro della Scuola, Lucia Azzolina , che divide il dicastero con Gaetano Manfredi , a capo dell’ Università e della ricerca. «Purtroppo sappiamo che una delle maggiori ragioni di insicurezza delle nostre scuole è il crollo di intonaco dai soffitti. Per questo siamo impegnati giorno dopo giorno per fare concretamente dell’ edilizia scolastica una delle nostre priorità». Una risposta, dunque, anche all’ appello lanciato dal Codacons che lo scorso settembre, al suono delle campanelle per l’ inizio dell’ anno scolastico, aveva evidenziato come in Regione «solo il 2.8% degli istituti ha beneficiato di indagini diagnostiche sui solai». La graduatoria. Ieri il Miur ha pubblicato l’ elenco degli istituti – comunali e provinciali – ammessi al finanziamento dopo le domande presentate dagli Enti locali. In Italia, in totale, saranno 5.560 le verifiche che dovranno essere effettuate entro un anno previa «perdita del finanziamento», come evidenziato nel decreto firmato dal dg della direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica del Miur, Simona Montesarchio . Di queste, 147 riguarderanno gli istituti sul territorio provinciale (943 in Campania, la Regione più “sostenuta” dal provvedimento). Nel dettaglio, 112 controlli andranno a toccare le scuole gestite direttamente dai Comuni (asili nido, primarie e secondarie di primo grado), tutte ammesse a un finanziamento da 7mila euro per permettere ai tecnici incaricati di comprendere lo stato dell’ arte di solai e controsoffittature, per una copertura totale da 784mila euro. Altri 35 controlli, tutti con una spesa singola da 10mila euro, riguarderanno le scuole secondarie di secondo grado, ovvero istituti tecnici, professionali e licei, per un totale di 350mila euro. Sommando le cifre delle due graduatorie pubblicate ieri dal Miur, dunque, sono stati stanziati 1 milione 134mila euro per verificare lo stato dell’ arte di solai e controsoffittature degli edifici adibiti a scuole in provincia. La fase operativa. I 147 istituti coperti dal finanziamento, dunque, avranno un anno di tempo per investire i fondi stanziati. Sarà solo una prima fase – per cui il Ministero ha stabilito delle linee guida da seguire – che lascerà spazio a una successiva in cui il Miur è pronto a fare la sua parte: nel decreto dello scorso 8 agosto, infatti, viene evidenziato come, oltre ai 40 milioni investiti per le verifiche, è stato messo da parte un “tesoretto” da quasi 26 milioni per «interventi urgenti che si dovessero rendere necessari a seguito dei controlli». Lavori immediati e già finanziati, quindi, in caso di situazioni di particolare gravità. Le scuole beneficiarie. Dei 147 istituti della provincia che hanno ottenuto il finanziamento ce ne sono alcuni che, in un passato neanche troppo lontano, hanno riscontrato dei problemi a solai e controsoffittature. È il caso, ad esempio, dell’ istituto comprensivo “San Tommaso d’ Aquino” di Matierno, a Salerno, dove le mamme degli alunni – lo scorso novembre – segnalarono delle infiltrazioni d’ acqua. Ma pure dell’ istituto comprensivo di Fonte, a Roccadaspide, dove a settembre la pioggia penetrò nella struttura, costringendo la dirigente a stoppare le lezioni per alcuni giorni. Nella graduatoria, a fare la parte del leone è Salerno, con ben 41 scuole (33 comunali e 8 della Provincia) ammesse a finanziamento. Spicca, poi, la scuola primaria di Siano: il plesso di via Aldo Moro, infatti, ha ottenuto il punteggio più alto a livello nazionale nella speciale classifica del Miur che ha seguito dei parametri specifici come l’ anno di costruzione, presenza all’ interno di una zona ad alto rischio sismico, i precedenti interventi strutturali effettuati, il numero di studenti iscritti. ©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox