20 Aprile 2016

«Un miliardo di euro per le linee A e B Ma pensiamo alla D»

«Un miliardo di euro per le linee A e B Ma pensiamo alla D»

Un miliardo di fondi pubblici. È quello che serve – e anche urgentemente – per modernizzare le linee A e B della metropolitana. Soldi che, secondo il presidente di Roma Metropolitane Paolo Omodeo Salè, sono necessari per «mezzi, gallerie, stazioni, impianti. Va ammodernato – continua – sia l’ aspetto infrastrutturale e della sicurezza sia quello urbano relativo alle stazioni e alle gallerie». Ma Salè parla anche della linea C che «sarà realizzata per intero e arriverà alla Farnesina per le Olimpiadi 2024: bisogna partire subito, dobbiamo predisporre il progetto esecutivo entro il 2017 per assicurare la conclusione dell’ opera entro il 2024», aggiunge il presidente in un’ intervista a Omniroma. Sempre sulla C il presidente di Roma Metropolitane annuncia di voler «prendere in considerazione la realizzazione della fermata Chiesa Nuova», in passato stralciata dal progetto perché considerata costosa anche per «problemi» di natura archeologica. Sulla fermata San Giovanni, invece, c’ è più ottimismo. «Sarà consegnata entro l’ anno, al massimo i primi del 2017 – rivela ancora Salè – una volta consegnata, potrebbe slittare la connessione con la linea A». Per quella con la fermata Colosseo bisognerà attendere il 2021. Ma c’ è altro. «Il procedimento per la realizzazione della linea D – afferma il presidente – è tutt’ altro che morto. Se c’ è la volontà politica, l’ opera si realizza: in questo momento, rispetto ad alcuni anni fa, c’ è una fila di investitori stranieri pronti a realizzarla in quota parte attraverso lo strumento del project financing». All’ inizio doveva collegare l’ Eur al Salario, passando sotto il Tevere, adesso «da Trastevere si proseguirebbe verso San Pietro, dove potrebbe predisporsi un cambio con la linea C. Da lì si andrebbe verso Salario». Intanto ieri il Codacons, dopo aver filmato quello che accade ogni giorno alla fermata Termini della linea A, con la ressa di viaggiatori, ha diffidato il commissario straordinario Francesco Paolo Tronca «a intervenire subito per accertare la situazione e trasmettere l’ esposto al prefetto e in procura».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox