3 Giugno 2019

Un gigante senza freni Terrore sulla banchina

 

VENEZIA Collisione a Venezia tra una nave da crociera della Msc e un battello da turismo nel canale della Giudecca: quattro turiste straniere tra i 67 e i 72 anni sono rimaste ferite, nessuna in modo grave, ma gli attimi di terrore vissuti sulle due imbarcazioni e sulla banchina hanno riacceso le polemiche sul transito delle grandi navi nella laguna veneziana. La Msc “Opera” è andata a sbattere contro la banchina a San Basilio-Zattere e ha speronato il battello fluviale “River countess” che era ormeggiato.

Tragedia sfiorata

La nave da crociera ha riportato lievi scalfiture allo scafo, mentre nel battello si è aperta una piccola falla all’altezza della linea di galleggiamento, ma non ci sono verificati sversamenti di idrocarburi. Tra le ipotesi delle cause dell’incidente un’avaria o la rottura del cavo d’acciaio utilizzato da uno dei rimorchiatori della Msc: la nave, a quel punto ingovernabile, sarebbe stata trascinata dall’abbrivio contro la banchina. Per quanto riguarda i feriti si tratta di una persona che era bordo della Opera, mentre gli altri tre erano sul natante più piccolo.

Accertamenti in corso

La Msc Crociere ha precisato che «sono in corso tutti gli accertamenti per capire l’esatta dinamica dei fatti» e che «la compagnia sta assicurando la massima collaborazione ed è in contatto costante con le autorità locali». Il Codacons ha annunciato che presenterà un esposto alla magistratura: «La Procura della Repubblica di Venezia dovrà aprire un’indagine per il reato di attentato alla sicurezza dei trasporti».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox