6 Aprile 2010

Un esposto alla Procura aretusea dal Codacons per il caro-benzina

Un esposto alla Procura aretusea dal Codacons per il caro-benzina. Lo comunica il segretario nazionale dell’ associazione consumatori, Francesco Tanasi, che ha avviato lo stesso procedimento anche per le altre citt dell’ Isola. I rincari registrati nelle ultime settimane nei prezzi dei carburanti ? afferma Tanasi ? sono eccessivi e hanno portato i listini a livelli preoccupanti, a tutto danno di milioni di automobilisti che dovranno sborsare mediamente 10 euro in pi per un pieno rispetto ad un anno fa. E’ indispensabile un intervento della magistratura e dell’ Antitrust, cui chiediamo oggi di aprire indagini su tutto il territorio ipotizzando il reato di aggiotaggio. Le indagini, come evidenzia Tanasi, dovranno essere finalizzate ad accertare eventuali anomalie a danno dei consumatori nella formazione dei prezzi di benzina e gasolio. Nell’ esposto Tanasi chiede alle Procure e all’ Antitrust l’ invio della guardia di Finanza direttamente ai distributori di carburanti, al fine di acquisire i documenti relativi ai rincari dei listini e disporre il sequestro delle pompe che hanno effettuato aumenti nell’ ultima settimana, ossia prima dell’ esodo di Pasqua. Non escludiamo una maxi class action da parte degli automobilisti contro le compagnie petrolifere ? aggiunge Tanasi ? e consigliamo fin d’ ora agli utenti di conservare i documenti che attestino i rifornimenti di carburante. L’ associazione, inoltre, raccomanda ai consumatori di scegliere con attenzione i distributori presso cui fare rifornimento, prediligendo i self service e quelli che applicano sconti, in modo da risparmiare fino a 3 euro sul pieno.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this