3 Febbraio 2017

«Un commissariato nei locali dell’ ex alberghiero»

    «Un commissariato nei locali dell’ ex alberghiero»

    LA PETIZIONE Un commissariato di polizia nei locali dell’ ex Istituto Alberghiero di Ladispoli per rispondere alla crescente domanda di sicurezza che arriva dai cittadini del litorale. Con questa motivazione il Codacons ha avviato una petizione popolare per chiedere al ministero degli Interni di aprire un presidio di pubblica sicurezza a Ladispoli, utilizzando l’ edificio scolastico di via Ancona, abbandonato da anni e di proprietà della Provincia di Roma. L’ iniziativa dell’ associazione consumatori ha immediatamente ottenuto l’ adesione delle amministrazioni comunali di Ladispoli e Cerveteri che da anni sollecitano il potenziamento degli organici delle forze dell’ ordine su un territorio che ha oltrepassato i 90.000 residenti. I quali in estate si raddoppiano con l’ arrivo dei villeggianti romani. Ma le adesioni stanno giungendo anche da altre realtà sociali. Ad iniziare dalle autorità ecclesiastiche. «La raccolta di firme afferma il coordinatore del Codacons del litorale, Angelo Bernabei ha avuto l’ adesione di don Alberto Mazzola, il vicario della diocesi di Porto Santa Rufina, a conferma di quanto sia sentito il problema sicurezza sul litorale. Nonostante lo strenuo impegno delle forze dell’ ordine, è palese come un commissariato di polizia rappresenterebbe uno strumento prezioso per porre un freno all’ escalation della microcriminalità a Ladispoli e Cerveteri. Abbiamo individuato nell’ ex Istituto Alberghiero la struttura migliore per ospitare la pubblica sicurezza. Un edificio che la Provincia di Roma da tempo ha abbandonato nel centro di Ladispoli. La petizione sarà inviata al ministero degli Interni. Primi firmatari sono i sindaci Paliotta e Pascucci, ma anche dagli amministratori di Santa Marinella sono arrivate adesioni al progetto. È ora di agire concretamente, davanti alla plebiscitaria richiesta dei cittadini di sentirsi più sicuri nelle proprie case. Le autorità competenti non potranno rimanere sorde». Non è la prima volta che sul litorale si invoca l’ apertura di un commissariato di polizia. Pochi mesi fa il consiglio comunale di Ladispoli aveva votato all’ unanimità la mozione proposta da Gabriele Fargnoli che sollecitava il ministero degli Interni ad individuare locali idonei ad ospitare una presidio della pubblica sicurezza. «La petizione conclude Bernabei si può firmare nei più importanti luoghi pubblici di Ladispoli e Cerveteri». Gianni Palmieri © RIPRODUZIONE RISERVATA.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox