4 Marzo 2019

«Un ciclista morto sulle strade ogni 32 ore»

 

Dopo l’incidente stradale di Vanzaghello, con un automobilista che è stato travolto da un’auto assieme a un gruppo di sportivi, il Codacons lancia l’allarme, fornendo dati che secondo l’associazione di consumatori sono «allarmanti».

«Ancora scene drammatiche e una tragedia che sembra per fortuna evitata a Vanzaghello, al confine tra Milano e Varese, un automobilista ha urtato, durante un sorpasso, un gruppo di ciclisti, causandone la caduta. Un uomo di 72 anni è ora ricoverato in codice rosso in Ospedale», si legge in una nota.

Per Codacons: «I dati sono sconvolgenti, in media ogni 32 ore sulle strade italiane muore un ciclista, con un aumento, secondo i dati Istat del 9,6% nell’ultimo anno».

«Purtroppo ci siamo abituati al fatto che morti e feriti siano all’ordine del giorno sulle strade italiane (nel 2017 su un totale di 17.521 incidenti i morti in bici sono stati 254. Se calcoliamo il rischio di mortalità, per chi utilizza una bicicletta questo è pari al 2,18, se lo parametriamo agli altri mezzi notiamo subito un’enorme differenza: per i pullman è dello 0,48; camion 0,67, automobili 0,78, motorini 1,06 e moto 1,96.

La situazione è allarmante, presenteremo un esposto alla Procura della Repubblica in qualità di parti offese del reato».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox