fbpx
17 Giugno 2002

Un aiuto dal Codacons contro lo stress da esame




Inferno dentro e fuori per i 1.101 candidati all?esame di Stato in provincia: nel cuore, per l?adrenalina a mille che ogni esame scatena, e nell?infilata di corridoi con il termometro che si inerpicherà oltre i 30 gradi tra le file di maturandi chini sui banchi per le prove scritte del 19, 20 e 24 giugno. Gli annali registreranno l?atipicità dell?edizione 2002 della maturità torrida, con l?impennata climatica capace di ridurre al vuoto penumatico cervelli di candidati e commissari. Che fare, per non perdere concentrazione e memoria, e non sciogliere al sole tutto il sapere immagazzinato sulle ? è proprio il caso di dirlo ? sudate carte?
Il Codacons ha messo a punto il decalogo per i maturandi, consigli utili per guadagnare la serenità perduta, o sciolta dal concentrato di afa e umidità. «Non prendete farmaci per la memoria ? si consiglia ? perché nessuna sostanza è in grado di far aumentare la concentrazione; non esagerate con il caffé perché rende più difficile il sonno e innervosisce; alimentatevi con pasti leggeri e cibi digeribili, frutta e verdura soprattutto, oltre a colazioni ricche di carboidrati; studiate con metodo utilizzando sommari, mappe concettuali e scalette, e preferite le ore della prima mattinata perché all?inizio del pomeriggio si ha una minore capacità di apprendimento. Cercate un ambiente tranquillo per il ripasso evitando colonne sonore rock e pop nelle orecchie durante lo studio; dormite 6 oppure 8 ore per notte, evitando tassativamente il tiratardi da discoteca, almeno fino al giorno del colloquio orale, fate esercizi di rilassamento, per esempio lunghi respiri che tranquillizzano, e concedetevi brevi pause tra un?ora e l?altra di applicazione sui libri; ovvio dire addio a sigarette, alcool e quant?altro annebbia i riflessi; non portate all?esame i cellulari e i palmari. Per informazioni su misura di candidato si può contattare il telefono amico del Codacons al 338 – 4031534.
Si diceva di cellulari e palmari banditi pena l?esclusione dalla prova d?esame. Secondo un sondaggio svolto da Studenti.it, in collaborazione con Mynetopinion su un campione di 1089 candidati il 93 % ha affermato che copierà. La strategia che riscuote il maggior successo (54,4%) è quella tradizionale: affidarsi ai compagni di classe, ai professori più compiacenti, a cartucciere e fogliettini. Ma cresce ogni anno la percentuale di chi ricorre all?uso dei telefonini, trasgredendo il divieto ministeriale. L?indagine rileva che il 24,7% lo porterà, anche se non ha preso particolari accordi con qualcuno all?esterno, mentre il 14% ha già programmato di farsi passare le soluzioni via sms da fratelli o amici. Questo sistema tuttavia non è utilizzabile per tutte le prove. Nella prima prova, il compito di italiano, è oggettivamente più difficile farsi aiutare con gli sms.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox