4 Marzo 2010

Umbria: La pensione in fumo per il gas.

PERUGIA – La pensione in fumo per il gas. Sembra un gioco di parole ma per una pensionata perugina, vedova con badante a carico, non è stato divertente ricevere una bolletta di 900 euro. E’ uno dei tanti casi che si verificano molti dei quali finiscono sul tavolo delle associazioni dei consumatori, non solo per un problema di consumi. Crescono i casi di chi non riesce a onorare le scadenze e chi chiede la rateizzazione a prescindere dai conguagli. «Risolvere tali problemi – spiega Carla Falcinelli, presidente del Codacons Umbria – è ormai la nostra principale attività. Interveniamo nei conguagli per i quali, una volta constatato che fattura, letture e consumi sono giusti, chiediamo la rateizzazione». Non sempre è facile e per chi ha l’ addebito in conto corrente l’ iter si allunga: prima di chiedere la rateizzazione occorre bloccare il pagamento in banca o alle poste. Chi invece ha pagato più di quanto consumato, non deve aver fretta: ad un utente cui lo scorso luglio sono stati addebitati 200 metri cubi di metano in eccesso, il rimborso non è ancora arrivato.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox