4 Giugno 2010

UE-16: PIL PRIMO TRIMESTRE +0,2%, ITALIA +0,5%

    CODACONS: ITALIA NON E’ LOCOMOTIVA D’EUROPA IL GOVERNO RESTITUISCA I SOLDI ALLE FAMIGLIE

    Secondo i dati resi noti oggi da Eurostat, l’Italia ha fatto registrare, nel primo trimestre 2010, un aumento del Pil, rispetto al trimestre precedente, dello 0,5%, ossia meglio di Francia (+ 0,1%), Germania (+0,2%) e Regno Unito (+0,3%).
    Per il Codacons, però, questi dati non indicano, purtroppo, che l’Italia è la locomotiva d’Europa e, quindi, nessuno, men che meno il Governo, può cantare vittoria. Solo una lettura superficiale può, infatti, consentire interpretazioni esaltanti.
    La realtà è che se l’Italia oggi registra un aumento superiore rispetto al trimestre precedente, è solo perché nel trimestre precedente, il quarto trimestre 2009, era andata peggio di tutti gli altri: Italia -0,1%, Francia +0,5%, Germania +0,2%, Regno Unito +0,4%. Facile, dunque, ora, avere percentuali di incremento maggiore. Non a caso, se già si analizza il dato rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, la situazione è ben differente. L’Italia, infatti, è perfettamente nella media Ue dei 16 Paesi, con il suo +0,6%, meno di Francia (+ 1,2%) e Germania (+ 1,5%). Dunque, nessun balzo, nessun traino e nessuna locomotiva!!!
    La realtà è che il Governo, se vuole che l’Italia torni a crescere a livelli significativi, invece di bloccare gli stipendi dovrebbe decidersi a restituire alle famiglie italiane almeno quello che ha preso in più in questi anni grazie all’aumento della pressione fiscale, cominciando da quanto ha incassato in più sulla benzina grazie alle speculazioni sul prezzo dei carburanti, per finire con i maggiori introiti sull’Iva ottenuti grazie agli ingiustificati aumenti dei prezzi.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox