24 Settembre 2005

U2, spettatori rimborsati E ora tocca a Ligabue

U2, spettatori rimborsati E ora tocca a Ligabue

BATTAGLIA DEL CODACONS



ACCORDO raggiunto tra Clearchannel, organizzatrice del concerto di Milano degli U2, ed il Codacons, che rappresentava le esigenze dei 1.500 spettatori costretti all`ultimo momento a traslocare dai primi due gradoni del secondo anello dello stadio San Siro. La Clearchannel pagherà 9 euro ad ogni fan danneggiato. «Una cifra simbolica, ma importantissima – dice Marco Maria Donzelli, presidente del Codacons – È la prima volta in Italia, infatti, che agli spettatori di una manifestazione viene riconosciuto il diritto ad un risarcimento. Solitamente è restituito il costo del biglietto solo a fronte di uno spettacolo saltato, mai a fronte di un disagio subito. Considerato che i fan degli U2 avevano comunque potuto ascoltare il concerto, a differenza ad esempio di quelli di Ligabue, la cifra ci pare equa». «Ci interessa costituire un precedente – prosegue Donzelli – È evidente che per il caso del concerto di Ligabue non accetteremo meno del costo del biglietto. La situazione, infatti, è molto differente. Ci sono spettatori che non hanno sentito assolutamente nulla, dopo aver fatto ore di viaggio e di code. E la colpa è degli organizzatori stessi, non della Commissione comunale» ha proseguito Donzelli. «Ligabue, invece di chiedere scusa ai suoi sostenitori, farebbe bene o a ripetere gratuitamente il concerto o a restituire i soldi» ha concluso Donzelli.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox