17 Gennaio 2017

U2, polemica per i biglietti sold out all’ istante

    U2, polemica per i biglietti sold out all’ istante

    IL CASO/ LA DATA DI ROMA RADDOPPIA. E TICKETONE SCRIVE A VASCO ROSSI SU FACEBOOK: “TI HANNO INFORMATO MALE SU DI NOI” ROMA POCHI minuti e anche i biglietti per il concerto degli U2 del 15 luglio allo stadio Olimpico di Roma sono andati sold out. Ieri mattina l’ accesso al sito di TicketOne è risultato difficile come al solito in queste occasioni, 56 mila biglietti sono volati via sotto il naso di tanti fan arrabbiati. A biglietti esauriti è stata annunciata una seconda data per il Joshua Tree tour degli U2, il 16 luglio sempre all’ Olimpico di Roma, i biglietti andranno in vendita da lunedì 23, a partire dalle 10, e buona fortuna. Il Codacons intanto ha presentato un esposto alla procura di Milano per i biglietti che risultano già on line a prezzi maggiorati sui siti del mercato secondario. Il mondo del rock è in subbuglio ma non si tratta di una rivoluzione musicale: a sconvolgere il panorama e a distruggere vecchie certezze sono le modalità in cui vengono messi in vendita i biglietti dei concerti, tra le poche voci davvero redditizie del mercato della musica. Oggi a Milano Vasco Rossi annuncerà il passaggio da TicketOne a VivaTicket in vista dell’ evento del primo luglio nel Parco Ferrari di Modena. Tradita nell’ onore, TicketOne gli invia una lettera aperta dalla sua pagina Facebook in cui ricorda di aver sempre agito nella legalità: «Non è la gelosia, quello che sentiamo. Però potevi chiamarci! Non sarebbe stato giusto parlarci e verificare? Tu sai che TicketOne non ha mai collaborato in alcun modo con il secondary market? ». I recenti servizi delle Iene con la presunta dimostrazione del coinvolgimento diretto dei promoter di Live Nation Italia nella pratica del secondary ticketing hanno sollevato mille polemiche ma anche iniziative per allontanare dubbi sul proprio operato: dopo la prima vendita ai fan degli U2, venerdì, TicketOne ha rivelato di aver cancellato 100 ordini di acquisto sospetti e di aver poi ricollocato i biglietti. Analoga comunicazione ieri in un comunicato congiunto tra Live Nation Italia e TicketOne: i 56 mila biglietti venduti durante le due fasi di vendita sono stati assegnati a circa 18 mila diversi acquirenti e spediti ad altrettanti indirizzi, il 15% a clienti stranieri di 75 paesi. Anche ieri non è stata rilevata la presenza di software di acquisto ma TicketOne ha cancellato 200 ordini sospetti e 600 biglietti sono stati rimessi in vendita. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox