29 Marzo 2007

TV: IL CODACONS APPROVA LA PROPOSTA DI PETRUCCIOLI

    VIA I REALITY DALLA RAI: MONOPOLIZZANO L`OFFERTA LA RAI TORNI A FARE SERVIZIO PUBBLICO







    Il Codacons approva la proposta del presidente Claudio Petruccioli in merito all`eliminazione dai palinsesti della Rai dei reality show. Non si tratta di una bocciatura ideologica riferita al genere. Nell`ambito di una programmazione varia, che privilegia il servizio pubblico, ci potrebbe anche stare un programma di reality. Il punto vero è che per poter funzionare ed avere successo queste trasmissioni costringono l`intera programmazione Rai ad occuparsene, monopolizzando l`intero palinsesto.
    L`obiettivo, al pari delle telenovele e delle soap opera, infatti, è catturare lo spettatore almeno una volta con una vicenda (una litigata, ad esempio) ed invogliarlo così a seguire il programma per vedere come va a finire. Ecco perché gli ascolti partono sempre male e poi man mano riescono a crescere. Prendiamo ad esempio “L`isola dei famosi“. Si cominciava con la replica alle 6,20 del mattino, si passava alle 2 del pomeriggio con “L`Italia sul 2“, si proseguiva con minimo un servizio su Raiuno alle 16,15 con “La vita in diretta“, per finire con la striscia quotidiana del preserale alle 19,10.
    Qualunque programma se fosse pompato in questo modo finirebbe per avere degli ascolti.

    Nonostante queste strategie, la realtà è che mentre quando sono stati introdotti rappresentavano una novità ed erano seguiti, ormai hanno stufato e non interessano più come prima, come dimostra il flop di Wild West ed il calo di ascolti della Ventura.

    Ben venga allora la proposta di Petruccioli.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox