22 Dicembre 2018

Tutti pazzi per i saldi invernali: al via il 5 gennaio

c’ è molta attesa per la caccia all’ affare: a reggio termineranno il 5 marzo
Reggio partirà il 5 gennaio, a precedere la nostra città e la nostra regione, ci sarà la Basilicata, dove la “svendita” inizierà già da martedì 2 gennaio; subito dopo seguiranno quelli della Valle d’ Aosta (mercoledì 3 gennaio). In tutte le altre regioni la prima giornata di sconti sarà venerdì 5 gennaio, tranne in Sicilia, dove si dovrà aspettare sabato 6 gennaio. Le date della fine dei saldi, invece, sono molto diverse da regione a regione: si va dal 16 febbraio del Trentino-Alto Adige al 2 aprile della Campania, ma la maggior parte di voi potrà fare acquisti a prezzi scontati fino alla fine di febbraio o l’ inizio di marzo. Di saldi ce ne sono anche su molti negozi online: Amazon ad esempio fa sconti sull’ abbigliamento fino al 50 per cento fino al 28 febbraio. I saldi sono le vendite a prezzi scontati nel settore commerciale dell’ abbigliamento che avvengono di solito in due periodi dell’ anno: dopo le feste natalizie e ai primi di luglio. I saldi invernali in Italia arriveranno quando ci saremo tolti di torno il problema dei regali di Natale, come ogni anno. Sulla convenienza o meno di fissare un periodo di sconti e promozioni dopo le feste (e non prima) si era espresso anche il Codacons: l’ associazione aveva chiesto l’ istituzionalizzazione del Black Friday, una giornata di saldi che cade a fine novembre e che riguarda i siti di e -commerce ma anche molti negozi fisici. Codacons metteva a confronto le grosse vendite del Black Friday e lo scarso successo degli ultimi saldi invernali, che arrivano quando oramai «i portafogli sono stati già svuotati dagli acquisti natalizi». LE DATE DEL 2019 Le date di inizio e di fine dei saldi invernali, regione per regione Abruzzo: 5 gennaio – 5 marzo Basilicata: 2 gennaio – 1 marzo Calabria: 5 gennaio – 28 febbraio Campania: 5 gennaio – 2 aprile Emilia Romagna: 5 gennaio – 5 marzo Friuli Venezia Giulia: 5 gennaio – 31 marzo Lazio: 5 gennaio – 28 febbraio Liguria: 5 gennaio – 18 febbraio Lombardia: 5 gennaio – 5 marzo Marche: 5 gennaio – 1 marzo Molise: 5 gennaio – 5 marzo Piemonte: 5 gennaio – 28 febbraio Puglia: 5 gennaio – 28 febbraio Sardegna: 5 gennaio – 5 marzo Sicilia: 6 gennaio – 15 marzo Toscana: 5 gennaio – 5 marzo Umbria: 5 gennaio – 5 marzo Valle d’ Aosta: 3 gennaio – 31 marzo Veneto: 5 gennaio – 31 marzo Trentino Alto Adige: 5 gennaio – 16 febbraio DA DOVE ARRIVANO I SALDI, E PERCHÉ SI CHIAMANO COSÌ La parola viene dal lessico commerciale: la differenza tra le entrate e le uscite sono un “saldo”, positivo o negativo, e i “saldi” sono quindi quello che non è stato venduto in un negozio alla fine della stagione e la vendita stessa di quei capi invenduti. Le prime leggi che interessano le vendite straordinarie risalgono al periodo fascista in cui sono state introdotte le due categorie delle “vendite straordinarie” e delle “vendite di liquidazione”. I commercianti potevano scegliere liberamente il periodo dell’ anno in cui fare le vendite straordinarie. Secondo una legge del 1980, le Camere di commercio stabilivano i periodi dell’ anno, al massimo due, in cui si potevano tenere i saldi, che non potevano durare più di quattro settimane. La pubblicità non poteva essere “ingannevole” e il venditore aveva l’ obbligo di dimostrare, in caso di controlli, che aveva effettivamente fatto gli sconti promessi rispetto ai prezzi precedenti. Nel 1998 si intervenne ancora sulle date, stabilendo che fossero le singole regioni a decidere quando poter iniziare i saldi. I saldi non esistono solo in Italia: molti paesi europei stabiliscono legislazioni particolari per le vendite promozionali. CONSIGLI UTILI PER AFFRONTARE I SALDI Per poter fare i saldi, i negozi devono rispettare alcune regole. Il prezzo originale di ogni prodotto in saldo, per esempio, deve essere sempre indicato in modo chiaro e inequivocabile, vicino alla percentuale di sconto e al prezzo scontato. Inoltre le merci in saldo devono essere tenute in zone separate rispetto a quelle non in saldo, in modo da non essere confuse. Qui ci sono i consigli della Guardia di Finanza per evitare truffe nel periodo dei saldi. COSA DICE LA LEGGE La legge prevede che i saldi non riguardino tutti i prodotti, ma solo quelli di carattere stagionale e quelli suscettibili di notevole deprezzamento se venduti durante una certa stagione o entro un breve periodo di tempo, in quanto fortemente legati alla moda A tutti voi sarà capitato almeno una volta di comprare online e, nella maggior parte dei casi, il motivo per cui avete scelto questa modalità di acquisto era legato al prezzo molto conveniente dell’ articolo acquistato. Questo avviene perché, di solito, tutti principali siti e -commerce adottano politiche di prezzo tendenti al ribasso allo scopo di acquisire sempre nuovi clienti: ecco spiegato perché, in effetti, su internet i saldi non finiscono mai! E, del resto, se mettessimo in secondo piano il prezzo, lo shopping elettronico non avrebbe di certo tutti questi punti a favore rispetto ai negozi al dettaglio tradizionali: non solo sul web non c’ è nessun tipo di assistenza (raramente, ad esempio, i siti che vendono vestiario inseriscono, nelle schede di presentazione dei capi, anche consigli relativi anche alla loro vestibilità), ma acquistare un articolo su internet comporta anche un tempo di attesa che varia dalle 24 alle 72 ore o più. Malgrado ciò, le vendite online continuano a salire, tanto che Amazon anche quest’ anno ha ottenuto un fatturato comparabile solo a quello di colossi come Apple e Microsoft. Il motivo è semplice: le offerte che i siti e -commerce propongono sono, spesso, così allettanti da rendere vano ogni tentativo di confronto con gli store tradizionali. Altri vantaggi della vendita online sono l’ ampia scelta dei prodotti e, nel caso di abbigliamento e calzature, anche il fatto che si possono trovare articoli appartenenti a stagioni precedenti. E’ il caso, ad esempio, di http://www.yoox.com, sito che propone abbigliamento, scarpe e accessori per donna, uomo e bambino di tutte le migliori marche di moda italiane ed estere, a prezzi davvero vantaggiosi. Questo sito, oltre agli sconti già presenti, di norma, sui singoli articoli, concede spesso agli utenti registrati anche altri tipi di sconti e promozioni, come, ad esempio, le spese di spedizione gratuite, che rendono ancora più allettante l’ acquisto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox