17 Gennaio 2014

Tutti in fila per la Tares, uffici nel caos si può pagare fino al 24 senza sanzioni

Tutti in fila per la Tares, uffici nel caos si può pagare fino al 24 senza sanzioni

LA PROROGA Il supplizio della Tares. Code lunghissime, attese interminabili, dubbi e nervi tesi. Mille utenti all’ ufficio Ama di via Capo d’ Africa, a due passi dal Colosseo, e cinquecento a quello di Ostia, sul litorale romano, tra chi vuole informazioni, chi paga e chi prende i moduli. Dopo il caos dei giorni scorsi con file e ressa, in queste ore gli sportelli per il pagamento della Tares a Roma registrano ancora il pienone. L’ Ama comunque è corsa ai ripari, il termine dei pagamenti è slittato al 24. GLI SPORTELLI «Per agevolare l’ afflusso di cittadini presso gli uffici di via Capo d’ Africa, in quest’ ultimo periodo è stato potenziato il personale e le postazioni di sportello sono passate da 12 a 16», assicura l’ azienda. Secondo il Codacons non va meglio. «C’ è il panico, i cittadini si sentono abbandonati: alcuni si stanno rivolgendosi a noi per segnalare la mancata consegna dei moduli, molti altri sono in preda all’ incertezza e alla preoccupazione e non sanno che vanno pagati entrambi i bollettini sia quello per la tariffa rifiuti che il modello F24 per i servizi indivisibili, di importo variabile e pari a 30 centesimi a metro quadro». C’ è più tempo a disposizione dei cittadini: il termine per la scadenza del pagamento che era previsto per ieri è stato prorogato. Fino al 24 gennaio si potrà andare in banca o alla posta senza dover versare gli interessi aggiuntivi e senza sanzioni. Il presidente del Codacons Carlo Rienzi annuncia comunque battaglia legale «per qualsiasi interesse o maggiorazione che dovesse essere applicata a chi, a causa di tale situazione, effettuerà i pagamenti in ritardo». LE MODALITÀ Il bollettino può essere pagato in vari modi: on line, collegandosi a scrignopagofacile.it senza commissione, presso gli sportelli delle filiali della Banca Popolare di Sondrio (anche sportelli bancomat) o di qualsiasi altra banca in questo caso con il pagamento della commissione. E ancora si può pagare presso gli uffici postali e Ama (ma non si accettano contanti), presso le ricevitorie Sisal-Superenalotto e Lottomatica, con l’ innovativo sistema WiW Mobile (Pay&Buy) dal telefono cellulare digitando il codice esercente 10003, con carta di credito circuito Visa, MasterCard o PayPal, telefonando al numero unico 199.151.166. «L’ F24 per i servizi indivisibili, invece, può essere pagato presso gli sportelli bancari, postali o anche online collegandosi tramite internet con la propria banca – continua l’ azienda – registrandosi sul sito Ama è possibile visualizzare il proprio contratto e scaricare i bollettini». C.R. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox