31 Dicembre 2010

Tutti i botti, anche quelli legali, sono pericolosi

«Tutti i botti, anche quelli legali, sono pericolosi e se usati in modo improprio, senza seguire attentamente le indicazioni, possono provocare seri danni. Se ad esempio sono raccolti inesplosi, o se accesi impropriamente, possono provocare lesioni alle mani (il 70% dei feriti è colpito alla mano) e agli arti, se puntati addosso possono danneggiare gli occhi, i timpani e provocare ferite e ustioni, se puntati verso case e balconi possono causare incendi, per non parlare del rischio, sempre presente, che il petardo sia difettoso». Il segretario nazionale del Codacons Francesco Tanasi invita anche i catanesi a fare attenzione ai botti di fine anno, anche a quelli legali, e festeggiare in diversa maniera. Tanasi ricorda inoltre «che molti incidenti non si verificano la notte del 31 ma la mattina del primo gennaio, dopo i festeggiamenti, quando i bambini raccolgono i petardi inesplosi trovati in strada o peggio ancora provano a riaccenderli», e per questo invita le mamme a tenere in casa i bambini il primo giorno dell’ anno o, almeno, a non farli uscire senza che siano accompagnati da un adulto. La notte di Capodanno può rappresentare un rischio anche per gli animali, spesso spaventati e messi in fuga dai botti, come ricorda l’ Enpa di Catania. «Evitate che gli animali rimangano all’ aperto sia nei balconi che in cortili o giardini», avvisa l’ Enpa, che invita i sindaci della provincia a vietare l’ uso dei botti di fine anno per l’ incolumità generale e per profondo senso civico, ricordando quanto fatto per il precedente capodanno dal sindaco di Bronte Pino Firrarello, il quale vietò l’ uso dei botti estendendolo anche per il Carnevale. Secondo l’ Enpa c’ è da evitare che i cani spaventanti dai botti fuggano senza sapere dove, se all’ aperto, o rimangano da soli in casa mentre i padroni sono a festeggiare. 31/12/2010 nascosto –> –>
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox