15 Aprile 2009

Tutte le istruzioni per fare la domanda

EMPOLI.  Il Codacons ha lanciato una campagna sul recupero dell’Iva sulla Tia, con lo slogan "Non buttare i tuoi soldi nell’immondizia". Ogni utente può costituirsi parte lesa e richiedere il rimborso alle varie commissioni tributarie provinciali. L’associazione dei consumatori offre una consulenza gratuita a chi vuole recuperare le somme non dovute e pagate ai Comuni e alle società appaltatrici.  Per partecipare all’azione è necessario inviare la propria documentazione di riferimento al Codacons, seguendo le istruzioni fornite sul sito www.codacons.it. In pratica bisogna compilare un modulo di richiesta di rimborso e farne una copia. Fare una copia anche delle ricevute dei pagamenti fatti per tutti gli anni dal 1998 ad oggi.  Scrivere su un foglio i dati anagrafici dell’intestatario della bolletta (luogo e data di nascita e indirizzo), i recapiti telefonici e l’indirizzo di posta elettronica, il numero di codice fiscale e inviare tutto in busta chiusa a Codacons – azione Iva rifiuti – via Filippo Corridoni, 25 – 00195 Roma. Avvocati e consulenti controlleranno se avete diritto al rimborso e in questo caso potrete decidere se fare ricorso o no. Se deciderete di fare l’azione legale potrete iscrivervi come socio per due anni all’associazione (pagando 100 euro), che preparerà il vostro ricorso personalizzato senza richiedere nessun altro compenso.  «Per adesso stiamo raccogliendo le domande – spiega Sabrina Ramello, referente del Codacons nella zona – quindi invieremo una lettera alla società appaltatrice del servizio. Se l’atteggiamento sarà di chiusura, allora intenteremo una causa».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox