fbpx
5 Agosto 2015

Turismo, la ripresa si consolida. Un italiano su due in vacanza

Turismo, la ripresa si consolida. Un italiano su due in vacanza

Roma, 5 ago. (askanews) – La ripresa del turismo estivo si sta consolidando e sembra testimoniare, in maniera più evidente rispetto ad altri comparti, la ripresa economica in atto nel Paese. E’ quanto emerge da alcune indagini diffuse oggi sulle vacanze estive degli italiani, concordi nel fotografare l’ aumento delle partenze e del numero medio di notti per viaggio.Secondo un’ indagine di Federalberghi, nel quadrimestre estivo (giugno-settembre) crescono gli italiani che hanno trascorso o trascorreranno una breve vacanza, dormendo almeno una notte fuori casa. Sono infatti circa il 50%, pari a 30,4 milioni le persone tra maggiorenni e minorenni che hanno già fatto o si apprestano a fare vacanze (+8,6% rispetto al 2014). Si tratta, ha affermato il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, di “un netto recupero di posizioni rispetto all’ ultimo biennio, quando registrammo 26,8 milioni nel 2013 e 28 milioni nel 2014 di italiani in vacanza”. Cresce anche la durata media delle vacanze, che quest’ anno è di 8 notti rispetto alle 9 notti del 2014, e la clientela straniera, che l’ Osservatorio Federalberghi stima in +2,5% tendenziale. Solo la spesa (comprensive di viaggio, vitto, alloggio e divertimenti) è stimata da Federalberghi in leggerissima contrazione, scendendo a 786 euro contro i 790 del 2014), mentre il giro d’ affari complessivo è in forte crescita, attestandosi sui 18,3 mld di euro rispetto ai 17 mld del 2014 (+7,7%).La tendenza fotografata da Federalberghi viene confermata da un’ altra indagine, quella sull’ indice di fiducia del viaggiatore italiano per il mese di luglio realizzata da Confturismo-Confcommercio in collaborazione con l’ Istituto Piepoli. Secondo questa ricerca, il valore dell’ indice di propensione al viaggio ha raggiunto a luglio il suo massimo storico, registrando ulteriore aumento della propensione al viaggio degli italiani (l’ indice passa da 63 a 66 su 100 in un mese). Da ottobre del 2014 ad oggi, l’ indice ha recuperato ben 11 punti.”E’ il sintomo del miglioramento della situazione economica – spiega l’ indagine -, che comincia a mostrare i suoi effetti anche sul comportamento dei turisti italiani. Il numero medio di notti per viaggio per i prossimi tre mesi cresce infatti, rispetto a luglio 2014, da 7,3 a 7,4 notti. Un incremento che, seppur limitato, mostra una inversione rispetto alla tendenza precedente di riduzione della durata media delle vacanze. Aumentano, inoltre, gli ottimisti sull’ uscita completa dalla recessione che sono quasi 4 su 10 (a maggio erano il 31%)”.”Per la prima volta negli ultimi 6 anni tutte le indagini sul turismo sono concordi nell’ affermare che l’ estate 2015 vedrà un aumento complessivo nelle partenze degli italiani”, ha commentato il presidente del Codacons Carlo Rienzi”, secondo il quale però, “cresce la voglia di andare in vacanza, ma con la massima attenzione al portafogli e scelte mirate a contenere la spesa complessiva”. Secondo il Codacons, in controtendenza rispetto alle altre indagini diffuse oggi, quelle di quest’ anno saranno vacanze più brevi e meno costose: “In base ai dati raccolti dal Codacons – ha affermato Rienzi – il 50% delle famiglie andrà in villeggiatura per un periodo non superiore ai 7 giorni, e il 65% degli italiani spenderà per alloggio, svago e servizi una cifra inferiore ai 500 euro procapite”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox