11 Luglio 2010

Turismo Codacons: l’ Isola d’ Elba tra le mète più care d’ Italia

ISOLA D’ ELBA – E’ TEMPO di vacanze. E il confronto tra le mète più ambite, ma anche più costose, è d’ obbligo. Nell’ inchiesta fatta sul blog dal presidente Codacons www.carlorienzi.it emerge che l’ Isola d’ Elba è tra le località balneari più care d’ Italia. L’ associazione dei consumatori diffonde oggi alcune anticipazioni. Con 347 euro a notte in una camera doppia in un hotel di medio livello, Porto Cervo si classifica al primo posto per le tariffe alberghiere, seguita da Baja Sardinia (330 euro) e Porto Rotondo (325 euro). Tra le mete più costose Capri, dove soggiornare costa mediamente 290 euro a notte, e l’ Isola d’ Elba (266 euro a notte). In base all’ indagine del blog www.carlorienzi.it , tra le regioni italiane, subito dopo la Sardegna, nella classifica di quelle più care si piazza la Toscana seguita dalla Campania. In quest’ ultimo caso a trainare le tariffe sono l’ isola di Capri e la costiera Amalfitana (il costo medio di un albergo ad Amalfi è pari a 236 euro a notte, a Sorrento 230 euro). Tra le Regioni del sud, spicca la Sicilia, dove dormire a Taormina o nelle IsolE Eolie comporta un esborso medio di circa 200 euro a notte. Il caro-Elba è un problema da tempo all’ attenzione anche degli amministratori. Ma a pesare sul costo dei servizi è anche l’ elevato prezzo dei traghetti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox