20 Ottobre 2021

Truffa diamanti: gup Milano dimezza candidati parte civile

Escluse anche associazioni consumatori tra cui Codacons e Codici
MILANO
(ANSA) – MILANO, 20 OTT – E’ stata più che dimezzata la lunga lista dei candidati ed essere parti civili nel procedimento per la presunta maxi truffa sulla vendita di diamanti a prezzi gonfiati che vede imputate 105 persone e 5 società, tra cui Banco Bpm, Unicredit, Mps e Banca Aletti. Il gup di Milano Manuela Scudieri ha infatti escluso oltre la metà delle circa 600 parti offese individuate dalla Procura, a cui si aggiungono altri risparmiatori e associazioni di consumatori, che hanno chiesto di entrare nel processo. Tra coloro che si sono visti rigettare l’istanza ci sono il Codacons, il Movimento Difesa Cittadino sezione di Verbania, Assoutenti, Codici e Confconsumatori e poi coloro che non hanno presentato querela o che hanno già avuto un ristoro raggiungendo una transazione con gli istituti di credito. Stamane in aula il giudice, che ha ribadito che non si può essere parte civile nei confronti di società imputate per la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti, ha anche autorizzato la citazione dei responsabili civili, Banco Bpm, Unicredit, Mps e ha rinviato l’udienza preliminare al prossimo 9 dicembre. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this