29 Luglio 2019

Trombe d’ aria, allagamenti, vittime: Lazio e Toscana le zone più colpite

 

Allagamenti, disagi, danni, feriti e anche vittime. È pesante il bilancio dell’ ondata di maltempo che tra sabato e ieri ha investito gran parte dell’ Italia. Particolarmente colpito il centro della Penisola, soprattutto Toscana e Lazio. Una 27enne è morta sabato notte a Focene, frazione di Fiumicino, a causa di una tromba d’ aria che ha sollevato l’ auto nella quale viaggiava scaraventandola a decine di metri di distanza. Le immagini della tragedia sono state diffuse dal sito Il Faro Online. Il maltempo che si è abbattuto sulla zona ha dato vita nelle prime ore della notte a un uragano che ha danneggiato anche alcune abitazioni. «La tromba d’ aria che ha colpito Focene intorno alle 2.15 ha fatto moltissimi altri danni colpendo una ventina di case circa. Una di queste è stata completamente distrutta. Ci sono alberi divelti, calcinacci, recinzioni abbattute, auto danneggiate ovunque», racconta il primo cittadino di Fiumicino, Esterino Montino che ha aggiunto: «Sembra un teatro di guerra». Problemi si sono registrati anche a Roma, con allagamenti in molte zone della città. I disagi maggiori per allagamenti sulla Cassia Veientana tra Via della Giustiniana e il Grande Raccordo Anulare in direzione Roma, su via Prenestina, su via della Bufalotta all’ altezza di via Nino Martoglio e su viale del Muro Torto in direzione Corso d’ Italia, nel secondo sottopasso. Nella metro A i treni non fermavano temporaneamente nelle stazioni Repubblica e Cipro per la presenza di acqua proveniente da aree esterne. Almeno 150 gli interventi che i vigili del fuoco di Roma hanno dovuto effettuare dalle 20 di sabato alle 8 di ieri mattina per rami e alberi abbattuti o in imminente pericolo di caduta, strade, appartamenti e terrazzi allagati a seguito del temporale, pali, coperture di tetti. «Vogliamo sapere come sia possibile che le strade della capitale si sbriciolino al primo temporale, e come siano stati eseguiti i lavori di rifacimento dell’ asfalto che non può ridursi in questo stato per effetto della pioggia – attacca il presidente del Codacons, Carlo Rienzi – Per tale motivo presenteremo domani un nuovo esposto in Procura». Un velista di nazionalità francese che si trovava alla deriva, a largo della costa laziale a bordo della sua imbarcazione ormai fuori controllo per le avverse condizioni del mare, è stato salvato da un’ elicottero dell’ Aeronautica. In provincia di Arezzo, un 72enne disperso da sabato è stato trovato privo di vita ieri: il corpo è stato individuato dai vigili del fuoco in un canale di scolo di una strada vicinale tra il campo sportivo di Olmo e la E45. L’ uomo si trovava in mezzo al fango e ai detriti, non lontano dalla propria auto che è stata travolta dalla piena. A Follonica, in provincia di Grosseto, è stato soccorso un ragazzo rimasto bloccato con l’ auto a causa dell’ acqua, nel sottopasso stradale ferroviario del Casone. All’ arrivo della squadra dei vigili del fuoco il conducente si era rifugiato sul tetto della vettura. I vigili del fuoco del Comando di Siena hanno effettuato circa 35 interventi a causa del maltempo, in particolare nella zona di Abbadia S.Salvatore. «Abbiamo già annunciato alla Protezione civile nazionale che domani (oggi, ndr) dichiareremo lo stato d’ emergenza e che cominceremo la conta dei danni», ha fatto sapere il presidente della Toscana, Enrico Rossi. Qualche problema anche in Liguria dove è stata chiusa al traffico la statale 1 via Aurelia all’ altezza di Arenzano (Genova). Sabato invece un’ atleta norvegese di 45 anni, Silje Fismen, era stata uccisa da un fulmine durante la Suedtirol Ultra Skyrace, una gara di corsa in montagna con partenza e arrivo a Bolzano. La tragedia si è consumata poco dopo le 19 vicino al lago di San Pankrazio, in val Sarentino.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox