17 Dicembre 2020

Trenityalia incrementa i collegamenti verso la Calabria

Ultimi giorni per i rientri al Sud, prima che il nuovo Dpcm imponga lo stop agli spostamenti fra le regioni a partire da lunedì 21 e fino al termine delle vacanze natalizie. Man mano che ci si avvicina ai giorni immediatamente precedenti le festività, come ogni anno i treni a lunga percorrenza verso la Calabria vanno riempiendosi e già si registrano i primi sold out, come per i Frecciarossa da Torino a Reggio. Un flusso costante di prenotazioni in questi giorni, senza però particolari picchi di acquisti per i viaggi sui convogli nazionali di Trenitalia (sia Frecce che Intercity); come avevamo anticipato qualche giorno fa, non si è infatti verificato finora il tanto temuto al treno” – analogo a quello dello scorso marzo – verso le città del Sud, grazie anche al costante monitoraggio che Trenitalia continua a effettuare sui flussi di prenotazione. Proprio per agevolare la mobilità delle persone prima del Natale e consentire ai passeggeri di spostarsi in totale sicurezza prima del blocco degli spostamenti fra le regioni, nel periodo caldo delle partenze, cioè da oggi e fino a domenica, Trenitalia ha incrementato i collegamenti veloci aggiuntivi, integrando l’offerta dell’attuale orario invernale nazionale con ulteriori Frecce, anche da e per Reggio. Una coppia di collegamenti in più al giorno, per questi quattro giorni, è stata infatti inserita fra Reggio, Roma e Venezia; un collegamento Frecciargento, con fermate intermedie a Paola, Lamezia, Vibo, Rosarno e Villa San Giovanni; e ancora una coppia di Frecciargento in più, fra la Calabria, Roma e Venezia, che si aggiunge alle due coppie di Frecciarossa fra Reggio e Torino, alle due coppie di Frecciargento Reggio- oltre al Frecciargento Sibari- per gli Intercity, quattro sono le coppie fra Reggio e Roma, e una di Intercity Notte fra Torino e Reggio. Prenotabili, in Calabria, anche i treni a lunga percorrenza da e per la Sicilia: due coppie di Intercity giorno e altrettante di Intercity notte fra Palermo/ e Roma e una coppia di Intercity notte fra Milano e Palermo/ Tutti treni che possono essere occupati sempre fino al 50% dei posti offerti, un sistema di prenotazione a scacchiera su Frecce e Intercity, per garantire il distanziamento; percentuale sempre verificata anche dai controlli in partenza e a bordo treno. a proposito dei viaggi per le vacanze di Natale, il prezzo dei biglietti Non si è verificato sinora il tanto temuto “assalto al treno” come a marzo ferroviari per il periodo delle feste sarebbe lievitato sensibilmente. Lo rileva un monitoraggio del Codacons che ha segnalato l’anomalia all’Antitrust che a sua volta ha fatto partire una preistruttoria. Ieri l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha trasmesso una richiesta di informazioni alle principali compagnie di trasporto (Trenitalia e NTV) in merito ai prezzi nel periodo 15 dicembre- gennaio. Le due società hanno tre giorni per rispondere e fornire dettagli. Trenitalia sta preparando la sua risposta ufficiale all’Antitrust come anche NTV, ma quest’ultima ha replicato a caldo con una nota di fuoco: Italo «ha sempre agito nel pieno rispetto delle norme, a tutela dei consumatori e del mercato. causa della seconda ondata di contagi e delle drastiche misure imposte dal Governo, Italo ha avuto ingenti perdite, con un calo della domanda che ha raggiunto picchi di oltre il 90%. Anche per questo l’attacco da parte delle organizzazioni dei consumatori fa male. L’atteggiamento di alcune associazioni di consumatori che, senza scrupolo, cavalcano con parole gravi come “speculazione”, stupisce e preoccupa. È una condotta che riteniamo grave e dannosa per il mercato, i nostri passeggeri e per tutto il Paese».

Autorità presieduta da Rustichelli ha chiesto informazioni «sulle offerte dei collegamenti sulle principali tratte servite e sul significativo aumento dei prezzi dei biglietti che si registra in alcune giornate del periodo 15 dicembre- gennaio». Trenitalia e NTV dovranno «comunicare i criteri utilizzati per determinare il numero di collegamenti e i posti disponibili sulle principali tratte nazionali per fra fronte al prevedibile incremento della domanda nel periodo natalizio, nonché i criteri con cui vengono determinati i prezzi, con particolare riferimento allo scostamento rispetto alla tariffa base normalmente applicata per ciascuna tratta.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox