29 Novembre 2007

Trenitalia ripristina le tre corse pomeridiane

BASSA PADOVANA Nessun taglio dovranno subire i pendolari della ferrovia sulla tratta Padova-Montagnana a partire dal prossimo 9 dicembre Trenitalia ripristina le tre corse pomeridiane Dopo gli articoli sono riapparse anche nel sito internet. Codacons intanto prepara una protesta per la sporcizia delle carrozze EsteNon ci sarà alcun taglio per i pendolari del treno della Bassa Padovana: dal 9 dicembre continueranno a partire da Padova verso Montagnana le corse delle 16,21 e delle 17,13, mentre quello delle 15 subirà uno slittamento alle 15,17. Da ieri le corse sono improvvisamente riapparse anche sul sito internet di Trenitalia.Tirano un sospiro di sollievo le centinaia di studenti e lavoratori che avevano accolto con smarrimento e irrequietezza la notizia di un buco di quattro ore nel collegamento dal capoluogo alle varie località della Bassa; soddisfatto anche il Codacons che aveva preparato una manifestazione di protesta e che comunque non abbassa la guardia e venerdì alle 7,01 salirà in massa sul treno a Montagnana per contestare sporcizia delle carrozze e rincaro dei biglietti.Se il risultato auspicato da studenti e lavoratori, ovvero la conferma del pieno servizio, è stato raggiunto, un piccolo giallo intreccia sui retroscena del felice esito della vicenda.“Ho appena avuto un incontro con l`ingegner Antonio Parcianello, dirigente di Trenitalia Veneto, il quale mi ha assicurato che con il nuovo orario nessun treno sarà soppresso nella Bassa Padovana – ha comunicato ieri mattina l`assessore provinciale ai trasporti Mario Verza -. Le voci della cancellazione di tre corse pomeridiane ci avevano seriamente preoccupati per il pendolarismo sull`asse Este-Montagnana: tre convogli in meno avrebbe minato la qualità del servizio e disincentivato l`uso del mezzo pubblico. Trenitalia ha spiegato che non c`era alcuna decisione definitiva, ma solo un ragionamento su un ridimensionamento del servizio e la tratta Monselice-Legnago era fra quelle più indiziate“.Una ricostruzione in parte diversa è invece quella del sindaco di Este Giancarlo Piva: “A me non risulta ci siano stati incontri: ho sentito i responsabili di Trenitalia e mi hanno detto che non s`è mai pensato di cancellare alcun treno, ma è stato solo un errore nella pubblicazione dei nuovi orari sul sito internet“.Appare comunque strano che Trenitalia si sia accorta del mero errore di trascrizione dopo qualche giorno e diversi articoli sul giornale. Possono rasserenarsi così i pendolari che continuano comunque a scrivere il proprio commento all`indirizzo pendolaritreno@hotmail.it che rimarrà aperto anche nei prossimi giorni.“Dovrò rassegnarmi a passare intere giornate a Padova perché qualcuno ha deciso di sopprimere tutti i treni a nostra disposizione dalle 15 alle 18? -si chiedeva Stefania Pomaro di Ospedaletto- mi rifiuto di credere che la soluzione ai problemi finanziari di Trenitalia si debba risolvere tramite soppressione dei treni dei pendolari“.“Non mi spiego con quale criterio siano stati stabiliti i nuovi orari“ osserva Alessandro, mentre Ambra Ferro confessa che si sarebbe aspettata con il nuovo orario “provvedimenti opposti, ossia l`aggiunta di un treno in quella fascia oraria, vista la grande affluenza“.Silvia Rinaldo ritiene invece che “la tratta Padova-Mantova sia tra le peggiori in Europa. I treni sono sporchi, raramente puntuali, a volte affollatissimi“. Serena Frison segnala che questi treni non sono mai vuoti: “Toglierli sarebbe una mossa disastrosa per tutti gli studenti e per tutti i lavoratori per i quali il treno rappresenta l` unico mezzo possibile per raggiungere casa e sarebbe, inoltre, un grande fattore di disincentivo per questa zona“.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox