2 Novembre 2004

Treni, via alle supermulte tra rabbia e caos





Supermulte a chi viaggia senza biglietto: contro la decisione di Trenitalia da ieri sono scese in campo le associazioni di consumatori che hanno già presentato ricorso al Tar perché il provvedimento venga subito sospeso. Le sigle Adoc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, hanno anche chiesto un incontro urgente con i vertici di Trenitalia e si sono rivolte ai ministro dei Trasporti, Pietro Lunardi, affinché intervenga nella questione «tutelando i cittadini e avviando l?installazione delle macchine obliteratrici sui treni». I motivi che hanno spinto i consumatori a protestare sono diversi. Primo fra tutti, le biglietterie delle stazioni ferroviarie, soprattutto quelle delle grandi città, che «non brillano di efficienza. Le file che si formano per comprare il ticket di viaggio – si legge in una nota – vanno dai 10 ai 40 minuti di attesa, e troppo spesso capita che i viaggiatori perdano il treno». Non solo. L?importo della sanzione rileva l?associazione dei consumatori, appare sproporzionato rispetto al costo medio dei biglietti ferroviari». Trenitalia. La decisione risale al 29 settembre scorso e dal primo ottobre è stata avviata una fase di transizione che in un primo momento escludeva il pagamento della multa. Trenitalia, intanto, replica alle proteste dei consumatori con una serie di dati: il 5 per cento dei viaggiatori non paga regolarmente il biglietto causando una perdita finanziaria che nel 2003 è stata di circa 131 milioni di euro. Obiettivo dell?iniziativa appena avviata «è rispettare il 95% dei viaggiatori che paga regolarmente e fronteggiare l?evasione – sostiene Trenitalia – destinando il personale attualmente impegnato nelle operazioni di biglietteria per operazioni di assistenza alla clientela». Non cambia nulla invece, per chi viene trovato in possesso di un titolo di viaggio non idoneo al tipo di treno scelto: se con un biglietto Intercity si viaggia su un Eurostar, o un biglietto per un Espresso viene esibito su un Intercity, la maggiorazione del prezzo resta di otto euro.


Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this