2 Novembre 2004

Treni, scattata la “supermulta“

Treni, scattata la “supermulta“

Sanzione da 25 euro per chi non ha o non timbra il ticket. Ma nel Salernitano poche stazioni hanno la biglietteria



Ha debuttato ieri anche in Campania tra mille perplessità e riserve la multa da 25 euro per chiunque salirà a bordo dei treni sprovvisto di biglietto o senza convalida. E questo perché, già dall`aprile scorso, sulle tratte delle Ferrovie ed in particolare quelle legate al consorzio UnicoCampania, sono in vigore le sanzioni che prevedono, a carico dei “portoghesi“, il pagamento del biglietto maggiorato per dieci volte rispetto alla tratta da percorrere. Contro la supermulta entrata in vigore ieri le associazioni degli utenti Aduc, Adusbef, Codacons e Federconsumatori, hanno chiesto un incontro con i vertici di Trenitalia e si sono rivolte al ministro dei Trasporti Lunardi affinché intervenga nella questione tutelando i cittadini e permettendo l`installazione delle macchine obliteratrici sui vagoni. Intesaconsumatori, nel frattempo, ha presentato un ricorso d`urgenza al Tar del Lazio per ottenere la sospensione del provvedimento fino a quando le biglietterie delle stazioni ferroviarie non saranno più efficienti. «Le biglietterie delle stazioni – spiega Intesaconsumatori in una – soprattutto quelle delle grandi città, non brillano certo per efficienza». Davanti alle biglietterie, si legge ancora nella nota, «si creano file che vanno dai 10 ai 40 minuti di attesa, facendo correre il rischio a molti passeggeri di perdere i treni in partenza». L`importo della sanzione, aggiunge poi l`associazione di consumatori, «appare del tutto sproporzionato rispetto al costo medio dei biglietti ferroviari». Sarebbe stato meglio – sempre secondo Intesaconsumatori – prevedere la possibilità di acquistare il biglietto a bordo dei treni. Problemi questi che, già nell`aprile scorso – quando entrarono in vigore le supermulte fissate dalla Regione e soprattutto la norma per la quale ai viaggiatori non era più consentito fare il biglietto a bordo rivolgendosi al capotreno – furono sollevati dai sindacati della categoria Trasporti. A Salerno, segnalarono, per esempio, in pochissime stazioni era attiva una biglietteria, circostanza questa che di fatto impediva agli utenti di munirsi del titolo di viaggio. Per non parlare delle obliteratrici assenti in molte stazioni o fuori uso fin dalla loro installazione. E da ieri la nuova super-multa che – altro paradosso – non sarà applicata sui treni regionali, dove varranno le sanzioni entrate in vigore ad aprile. Chi verrà trovato su un intercity o su un eurostar sena biglietto o con il titolo di viaggio non obliterato dovrà dunque pagare 25 euro, più il costo del ticket.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this