fbpx
22 Luglio 2019

Treni, mezza Italia paralizzata. Tanti disagi, rimborsi per le lunghe percorrenze

 

Viaggiatori in attesa alla stazione di Santa Maria Novella Firenze, 22 luglio 2019 – Il traffico ferroviario si è interrotto alle 5, quando la situazione non era ancora calda, ma è ripreso solo alle 8 e con la “marcia a vista”, quindi lentamente. E a quel punto è scoppiato il caos perché migliaia di turisti e di pendolari si sono ritrovati fermi in stazione, da Roma (dove a Termini la situazione era davvero incandescente) a Milano. Disagi fino al Veneto , dove Trenitalia ha potenziato il servizio di assistenza ai passeggeri nelle stazioni. Non p ochi disagi ai passeggeri in partenza alla stazione Centrale di Milano, dove ad essere disorientati sono soprattutto gli stranieri, che faticano a comprendere la spiegazione fornita sui cartelloni in stazione. E ovviamente a Firenze, dove il tabellone di Santa Maria Novella segnava ritardi fino a due ore e 45′. Alla fine sono stati cancellati ben 25 treni ad alta velocità, sia di Trenitalia che di Italo. L’ avviso che compare sul sito di Trenitalia: “Il traffico ferroviario Alta Velocità e Regionale nel nodo di Firenze, precedentemente sospeso sulle linee Torino/Milano – Roma/Napoli e Venezia/Verona – Roma/Napoli a seguito di atto doloso da parte di ignoti all’ infrastruttura, è ripreso con forti rallentamenti”. Per i passeggeri dei treni a lunga percorrenza (Alta velocità, Intercity eIcn) sarà possibile chiedere il rimborso integrale del biglietto in biglietteria ocompilando la richiesta online su http://reclami-e-suggerimenti.trenitalia.com/rimborsi/Anagrafica.aspx , o in alternativa effettuare un cambio in biglietteria o in assistenza, indipendentemente dalla tariffa acquistata. I CONSUMATORI – I problemi alla circolazione ferroviaria registrati oggi sulla linea Roma-Firenze stanno causando disagi enormi agli utenti ed evidenti danni materiali ai passeggeri, per i quali è possibile chiedere il risarcimento. “Al di là delle cause dei problemi tecnici, è una vergogna che in pieno periodo estivo si registrino simili disservizi nel trasporto ferroviario, che già mercoledì sarà colpito da un pesante sciopero con sospensione dei collegamenti in tutta Italia – spiega il presidente Carlo Rienzi – Rfi deve garantire la piena operatività della rete e adottare le misure necessarie per evitare atti dolosi che portino a blocchi come quello odierno. Intanto tutti i passeggeri che hanno subito oggi ritardi e cancellazioni dei treni possono chiedere il giusto indennizzo a Trenitalia e Ntv, oltre al rimborso integrale del biglietto, utilizzando l’ apposito modulo che sarà pubblicato a breve sul sito del Codacons”. “Al di là delle ragioni materiali che hanno portato al blocco dei collegamenti, le società ferroviarie sono infatti sempre responsabili nei confronti dei propri clienti, e devono risarcire i viaggiatori per i disagi loro arrecati”, conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox