23 Luglio 2019

TRENI IN TILT MOLTI MODENESI OSTAGGIO NELLE STAZIONI DI ROMA E FIRENZE

incendio alla cabina elettrica tav: ritardi di ore su tutta la linea
HA generato il caos su tutta la linea ferroviaria, da Sud a Nord la gravissima manomissione della cabina Tav a Firenze. I tre roghi appiccati infatti ad una cabina elettrica dell’ alta velocità e in due ‘pozzetti’ nella zona della stazione di Rovezzano hanno creato disagi sull’ alta velocità a partire dalle 5.40, tra lo stupore e l’ amarezza di tanti passeggeri in procinto di partire per trasferte di lavoro o vacanze. Tra questi anche diversi modenesi che avrebbero dovuto fare rientro anche per motivi di lavoro, appunto e che, invece, si sono trovati costretti come tanti altri utenti ad attendere ore prima di riuscire a raggiungere la meta. I ritardi, infatti, hanno registrato punte anche di quattro ore ma, a Modena, si sono avvertiti in modo minore poichè sono pochi i diretti che partono dalla stazione così come sono esigue le corse dell’ alta velocità che fermano a Modena. Per quanti riguarda i viaggi annullati, sono state cancellate complessivamente 12 corse Italo e trenta Frecce. La rabbia ha riguardato però i numerosi modenesi che avrebbero dovuto tornare in città ieri pomeriggio. «Mi è saltata una coincidenza e non posso nemmeno prenotare un altro treno perché nessuno sa come andrà a finire questa giornata», afferma Marco, in viaggio da Roma a Bologna e poi a Modena per lavoro. I tabelloni impazziti, ieri, segnavano ritardi fino a 240 minuti e la rabbia mista a sconforto si è impadronita dei passeggeri, molti dei quali al primo giorno di vacanza. Ieri la fila ai punti informazione di Trenitalia e Italo era arrivata in alcuni momenti della giornata a toccare anche i 100 metri. A subire maggiori disagi gli utenti bloccati nel più importante scalo ferroviario romano, tra cui alcuni modenesi ma anche i regionali in partenza dalla toscana. Trenitalia fa sapere che è previsto il rimborso integrale per i passeggeri dei treni alta velocità e media-lunga percorrenza che – interessati dal blocco ferroviario provocato dall’ incendio doloso a una cabina AV – hanno rinunciato al viaggio ma il Codacons, intervenuto in merito, ha sottolineato che, oltre al rimborso, tutti i passeggeri che hanno subito ritardi e cancellazioni potranno chiedere il giusto indennizzo. Per quanto riguarda invece i roghi dolori è stato aperto un fascicolo per attentato alla sicurezza dei trasporti. L’ ipotesi è che dietro al gravissimo gesto vi sia un’ azione dimostrativa degli anarchici. Nello stesso punto, già nel 2014, erano state infatti ritrovate due molotov e gli accertamenti sono in corso. I disagi su tutta la tratta dell’ alta velocità si sono registrati fino a tarda sera.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox