29 Aprile 2012

Treni, da Napoli a Milano il primo viaggio di Italo

Treni, da Napoli a Milano il primo viaggio di Italo

ROMA La concorrenza sull’ Alta velocità è realtà. Italo, il treno della società privata Ntv (Nuovo trasporto viaggiatori) di Luca Cordero di Montezemolo e Diego Della Valle, ha fatto ieri il suo debutto sui binari dove proverà a sfidare il Frecciarossa di Trenitalia. Una partenza graduale (con due coppie di convogli sulla Napoli-Milano), ma con i treni pieni, grazie anche alla coincidenza con il ponte del Primo maggio. Passeggeri soddisfatti Soddisfatti i passeggeri, che si augurano che questa alternativa duri. Polemiche dal Codacons, che denuncia «disservizi» e «discriminazioni». Ma l’ amministratore delegato Giuseppe Sciarrone parla di «giornata importante per il Paese» e assicura l’ impegno a migliorare. Il primo treno Italo è partito alle sette di ieri mattina da Napoli, con tappe a Roma, Firenze e Bologna. Treno quasi pieno, come tutti i convogli di questo primo week end di servizio (qualcuno anche esaurito). All’ arrivo nelle diverse stazioni il treno dal colore rosso-bordeaux ha trovato grande attesa da parte dei primi viaggiatori, che, arrivati a destinazione, si sono detti soddisfatti, oltre che del servizio, della possibilità di avere finalmente un’ alternativa: «Speriamo – ha detto qualcuno – che non sia soltanto perché sono appena partiti». Critico invece il Codacons che, a bordo del primo Italo con i propri «ispettori», ha denunciato «disservizi» («Il Wi-fi non funzionava», ha spiegato il presidente Carlo Rienzi, suscitando le proteste di molti passeggeri) e «discriminazioni», ovvero l’ impossibilità per i viaggiatori di accedere dalle carrozze dell’ ambiente «Smart» a quelle di livello superiore. Esposto Codacons Ntv però smentisce nel modo più assoluto assicurando che non è stata impedita la possibilità di muoversi fra gli ambienti del treno: «In considerazione del grande entusiasmo dei viaggiatori e del fatto che fosse il primo viaggio di Italo, il personale di bordo ha accompagnato numerosissime persone a visitare il treno, sebbene le regole di una buona condotta, del rispetto per gli altri passeggeri e della doverosa tutela della privacy, suggeriscano che ogni passeggero viaggi nell’ ambiente assegnato». Il malfunzionamento del Wi-fi, poi, si è verificato solo sul tratto bolognese ed è stato «prontamente risolto». L’ associazione dei consumatori tuttavia conferma la propria denuncia e annuncia un esposto alla Procura. Critiche a Italo arrivano anche dall’ Ente nazionale per la protezione animali dal momento che il treno non ammette animali di compagnia di taglia medio-grande come tutti gli altri treni ad alta velocità. L’ arrivo di Italo, a cui ieri dedicava un articolo il «Financial Times», segna un primato. «Questa è stata una giornata importante per noi e credo anche per il Paese perché, per la prima volta in Europa, i viaggiatori hanno avuto la possibilità di scegliere tra diverse offerte commerciali», ha sottolineato Sciarrone. © riproduzione riservata.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox