26 Aprile 2012

TREMITI: ASTA TERRENI, IL CODACONS PRESENZA UN ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI FOGGIA

TREMITI: ASTA TERRENI, IL CODACONS PRESENZA UN ESPOSTO ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI FOGGIA

CHIESTO IL SEQUESTRO DEL BANDO

Dopo che l’asta per vendere alcuni ettari delle isole Tremiti finalizzata alla costruzione di case popolari è andata deserta, il Codacons ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Foggia, in cui si chiede di aprire una indagine e sequestrare il relativo bando di gara.
Come noto – scrive il Codacons nell’esposto – “L’equilibrio su cui l’asta nasce è  fragilissimo, essendo in gioco da un lato le esigenze di cassa e di ripianamento del deficit pubblico dall’altro la tutela di isole affascinanti e perennemente minacciate da trivellazioni petrolifere o speculazioni edilizie. In molti denunciano il rischio di un probabile cambio di destinazione d’uso dei terreni e che, se così fosse, permetterebbe ai futuri acquirenti di potervi costruire alberghi, villaggi turistici e strutture ricettive. Ma soprattutto serve costruire case popolari in un’isola abitata, al netto dei residenti, da poco più di 200 persone? E’ giusto immaginare il rischio di un cambio di destinazione d’uso dei terreni? Da tale quadro emerge la necessità dell’intervento dell’autorità procedente per fare immediatamente luce e chiarezza sulla vicenda, poiché accertati i fatti e le eventuali responsabilità si potrebbero configurare, diverse fattispecie penalmente rilevanti ivi compreso il reato di Rifiuto di atti d’ufficio, Omissione e Abuso d’ufficio, oltre ai reati di omesso controllo e vigilanza e manovre speculative”.
Il Codacons ha anche chiesto alla Procura di procedere al sequestro del Bando gara per l’alienazione dei beni relativi ai quattro ettari delle Isole San Domino e San Nicola e del Piano di edilizia economica e popolare delle isole Diomedee .

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this